Home > Recensioni > Rhapsody Of Fire: Into The Legend
  • Rhapsody Of Fire: Into The Legend

    AFM Records / audioglobe

    Data di uscita: 15-01-2016

    Loudvision:
    Lettori:

Rhapsody Of Fire, alfieri del film-score metal, sono tornati con “Into The Legend”, uscito lo scorso 15 gennaio in tutto il mondo.

Siete pronti per entrare “nella leggenda”? Bene, indossate la vostra vecchia armatura, una ripulita alla spada e preparatevi per combattere contro i draghi simili a quello nella copertina, mentre ascoltate “Into The Legend”. Il decimo album in studio e il secondo dopo la separazione dal cofondatore Luca Turilli, che nel frattempo ha dato vita ai Luca Turilli’s Rhapsody, è un concentrato di power symphonic metal della durata di oltre 70 minuti, durante i quali riecheggiano sonorità tipiche dei primi lavori. “Into The Legend” è davvero un buon album. Il gruppo triestino non eccelle per originalità, ma ha dalla sua ottimi musicisti che danno prova delle loro capacità anche nella composizione. Non mancano i cori, compreso un soprano solista, e l’utilizzo di un’intera orchestra, che caratterizzano il loro sound. E poi c’è questa epicità nella musica e nelle liriche che richiamano al fantasy, che ti fa venir voglia di prendere una spada e uscire per combattere il Male. Aprono le danze la strumentale “In Principio” e le discrete “Distant Sky” e “Into The Legend”, usate per promuovere il disco. A chiudere, le due tracce più convincenti: la cavalcata “Rage Of Darkness” e la successiva “The Kiss Of Life”, un’evocativa suite da 17 minuti, caratterizzata da diversi cambi di tempo.

“Into The Legend” è un film per la mente e per le orecchie che accontenterà i fan, ma sono certo, non dispiacerà a tutti gli amanti del genere.

Pro

Contro

Scroll To Top