Home > Recensioni > Rhode Island Red: Kerosene

Berlo no, eh?

Avete presente quando diciamo che la musica è sempre la stessa e che ormai è pressoché impossibile trovare qualche artista che sia totalmente originale (o almeno ci provi)?
Beh, queste tre canzoni ne sono la cruda testimonianza.
Benché londinesi, benché tecnicamente capaci, benché Lyla D’Souza abbia una voce tremendamente interessante, i Rhode Island Red non dicono alcunché.
Riff rockettari in vecchio stile, un po’ di pestate giusto per fare i duri, il look da “Ehi, se mi guardi ti spacco la faccia”. Però dietro? Il nulla.
Non si nega l’energia che l’EP trasmette, tuttavia non si riesce ad apprezzare fino in fondo.

Sì, è vero: siamo acidissimi e prendiamo a mazzate i ciddì che non ci garbano. Eppure, siete sempre liberi di acquistare e testare con le vostre orecchiette ciò che noi pensiamo.
Stavolta è capitato a loro, chissà che domani non siate voi le vittime (e qui ci sta una risata alla Mr Burns).

Pro

Contro

Scroll To Top