Home > Rubriche > Ricette dal cinema > Ricette dal Cinema: Spiedini d’Ananas al Bacio

Ricette dal Cinema: Spiedini d’Ananas al Bacio

[Lucy] Niente batte il primo bacio
[Henry] Eh si, penso di averlo sentito da qualche parte…
Con questo scambio di battute, che stavolta non è ad inizio film, vi introduco “50 Volte Il Primo Bacio” (50 First Dates), commedia diretta da Peter Segal nel 2004.
Alle isole Hawaii facciamo conoscenza con Henry Roth (Adam Sandler), veterinario specializzato in specie marine che lavora presso il Sea Life sognando di partire per l’Alaska al fine di studiare la vita sottomarina dei trichechi. Per raggiungere l’obiettivo Henry trascorre buona parte del suo tempo libero sistemando la sua barca assieme allo scalcinato amico Hula (Rob Schneider) e avendo come unica costante presenza femminile nella mascolina assistente: per evitare ogni tipo di legame amoroso, infatti, Henry si limita a corteggiare belle turiste in cerca di avventure che, per forza di cose, durano solo il tempo della vacanza.
Durante una prova di navigazione, che sembra stia finalmente dando buon esito, il Serpente dei Mari improvvisamente inizia a cadere a pezzi: Henry si rifugia quindi all’Hukilau Cafè in attesa dei soccorsi e lì vede per la prima volta Lucy Whitmore (Drew Barrymore) intenta a costruire casette con i waffel. La ragazza lo colpisce subito e le si avvicina con la scusa di creare il cardine per la porticina fatta con la colazione: iniziano a parlare e a raccontarsi le reciproche vite, lei è infatti affezionata all’odore di mare che sente provenire dalle dita di Henry perché, gli spiega, anche suo padre e suo fratello sono marinai e spesso partono per pescare, lui quindi le offre una sniffatina e così ridendo passano tutta la mattina dandosi appuntamento al giorno successivo.
[Lucy] Mi piace la tua risata.
[Henry] A me piace il modo in cui mi fai ridere.
Quando Henry torna la vede seduta al tavolo e si dirige sicuro da lei offrendole una sniffatina alle dita, ma la reazione della donna lo spiazza: Lucy inizia ad urlare e a chiedere aiuto ai gestori del Cafè. Henry viene a sapere da loro che Lucy ha subito un grave incidente mentre col padre rinnovavano il rito della raccolta dell’ananas di compleanno, e da lì la sua memoria breve si è irrimediabilmente compromessa con l’esito che, dormendo, resetta tutti i nuovi ricordi: al suo risveglio è sempre convinta che sia domenica 13 ottobre, si reca al bar a fare colazione per poi tornare a casa e andare a prendere l’ananas.
Il padre Marlin (Blake Clark) e il fratello Doug (Sean Astin) ogni mattina mettono in scena la stessa giornata, con tanto di copia del giornale di quella fatidica data, ananas regalato dal fruttivendolo (in realtà scongelato la sera prima), partita di football e studio del padre da decorare.
Henry quindi decide di far innamorare Lucy ogni giorno e, visto il forte veto posto dal padre alla sua presenza all’Hukilau Cafè, si inventa nuovi rocamboleschi modi per incontrarla lungo la strada. Un giorno sono il padre e Doug a raggiungerlo, prima di Lucy, chiedendogli di recarsi a casa loro dopo la scenetta a favore della ragazza: qui Henry scopre che, nonostante Lucy non si ricordi di lui il giorno dopo, mentre dipinge canta solo nelle giornate in cui ha incontrato il ragazzo, e il vederla felice rallegra il padre che gli permette di continuare a frequentare la figlia.
Un giorno però accade l’inaspettato: un vigile mette una multa a Lucy perché il bollo dell’auto è scaduto e lei, tentando di dimostrarne la validità per ancora sei mesi, prende un giornale dal distributore scoprendo così che non è il giorno che credeva: in lacrime corre a casa, seguita da Henry, e il padre le mostra un raccoglitore che testimonia l’incidente. Lucy passa quasi tutta la giornata a piangere per poi chiedere spiegazioni su Henry: Marlin le dice che stanno praticamente insieme e lei è scioccata dal fatto che non se ne ricorda. Decidono quindi ti portarla dal Dr Keats, neurologo, (Dan Aykroyd) che le spiega come il suo danno celebrale sia irreversibile ma che, comunque, ha la possibilità di vivere almeno un giorno alla volta, a differenza di altri pazienti.
[Lucy] E la mucca come sta?
[Henry] Sta come te, ogni giorno la devono convincere che è una mucca.
Come farà Henry a costruire giorno per giorno un nuovo legame? Riuscirà a farla innamorare ogni giorno oppure deciderà di gettare la spugna per seguire il sogno del suo viaggio in Alaska?
Il cibo, in questo film, viene visto in varie occasioni e con significati diversi: è l’insieme dei cocktail fintamente alcolici che Henry da alle turiste per corteggiarle, il pesce che con cura dà tutte le mattine al tricheco e al suo piccolo pinguino sia come fonte di nutrimento che come dono, è il dolcetto ‘speciale’ che Hula da ai delfini per farli giocare con i bambini, è la colazione con cui Lucy gioca tutte le mattine al Café e che fa avvicinare per la prima volta Henry, ma è anche la torta di compleanno che Marlin e Doug devono mangiare tutti i giorni nella costante recita della vita di Lucy e l’anans che tutte le sere Marlin stesso tira fuori dal congelatore per evitare di dover andare a prenderlo ogni giorno come ricorrenza per il suo compleanno. Ricopre quindi un ruolo molteplice in base a quello che i personaggi vogliono ottenere, sentono e desiderano.
Per le Ricette dal Cinema di questa puntata ho deciso di partire proprio da quell’anans che fa parte della tradizione di Lucy e famiglia, ma realizzando gli Spiedini d’Ananas a tema di mare. Che ne dite? Procediamo!
Ricetta dal Cinema
Ingredienti per 8 spiedini di Gamberi
500 gr code di gambero
200/250 gr ananas (utilizzate quello fresco, non quello in barattolo)
2 cucchiai zucchero di canna
1/2 cucchiano sale + un altro mezzo
1/2 cucchiaino pepe
2 cucchiai olio EVO + altro per ungere il grill
2 cucchiai acqua
Inziamo pulendo i gamberi sguasciandoli e levandogli il filonero dell’intestino, per poi lasciarli marinare in sale, olio e pepe per almeno 1 ora in una ciotola coperta.
Mettiamo poi lo zucchero, l’altro mezzo cucchiaino di sale  e l’acqua in un pentolino facendo scogliere il tutto a fuoco basso aggiungendo poi ll’anans tagliato a cubetti alzando la fiamma fino a far asciugare il caramello e far risultare l’ananas ben dorato. Facciamo poi raffreddare prima di iniziare ad alternare tocchetto di anans e gambero sugli spiedini.
Riscaldiamo molto bene il grill ungendolo con una spennellata di olio, appoggiamo gli spiedini e lasciamoli cucinare a fiamma vivace per un paio di minuti per lato, fino a quando i gamberi assumeranno il loro bel colorito arancione.
Ingredienti per 8 spiedini al salmone
200 g ananas (utilizzate quello fresco, non quello in barattolo)
250 g filetto di salmone
30 ml succo di limone
una quarantina di foglioline di menta
3 rametti di timo
3 rametti di aneto
Pepe rosa in grani
30 ml d’Olio EVO
sale fino q.b.
Iniziamo preparando la marinatura: sfogliamo timo e aneto e tritiamoli grossolanamente, in una ciotola versiamo olio e succo di limone a cui aggiungiamo le erbe tritate, il pepe rosa, il sale a vostro piacimento.
Ora tagliamo l’ananas a cubetti non troppo piccoli e procediamo pulendo il filetto di salmone: togliamo la pelle dal filetto di salmone, massaggiamolo delicatamente per verificare che non vi siano lische da togliere, tagliamolo a cubetti delle stesse dimensioni dell’ananas.
Prepariamo gli spiedini iniziando con la foglia di menta per poi alternare un quadratino di ananas e uno di salmone separati da una nuova fogliolina di menta.
Gli spiedini dovranno essere messi a marinare coperti per almeno un paio di ora in una pirofila con la marinatura preparata all’inizio.
Trascorse le due ore scaldiamo bene il grill e scottiamo gli spiedini per circa un paio di minuti per lato, fino a quando avranno preso colore.
 
Servite entrambi gli spiedini ben caldi accompagnandoli a un’insalata croccante di finocchi e carote.

Ricette dal Cinema

Scroll To Top