Home > Rubriche > Ricette dal cinema > Ricette dal Cinema: un caramello Semplicemente Irresistibile

Ricette dal Cinema: un caramello Semplicemente Irresistibile

[uomo col cappello] È sempre importante non dimenticare che il vento che fa chiudere una porta ne fa spalancare un’altra. Prendi i miei granchi, Amanda. Tua madre vuole vederti all’altezza delle tue possibilità.
[Amanda] Mia madre è morta.
[uomo col cappello] Non è un buon motivo per ignorarla.

Semplicemente irresistibile (Simply Irresistible) è una commedia sentimentale-fantastica diretta da Mark Tarlov nel 1999.

Amanda (Sarah Michelle Gellar) è proprietaria e cuoca di un ristorante in Tribeca a New York. Il suo talento tra i fornelli è decisamente limitato e il menu è composto da piatti scontati e poco gustosi. Il ristorante è l’eredità della madre con cui questa aveva ottenuto un certo successo, e quando Amanda si rende conto che lei e la zia non sono più in grado di affrontare le spese lo comunica al piccolo gruppo di clienti abituali, affezionati a lei e al ricordo della madre più che al cibo mangiato, si abbandona alle lacrime durante il servizio del pranzo. Una caratteristica di Amanda è proprio la sua capacità di mostrare in maniera molto fisica le emozioni che prova, tanto che quando al ristorante si presentano Tom [Sean Patrick Flanery], manager di un grande magazzino conosciuto al mercato mattutino, con la fidanzata l’attrazione che la protagonista prova per lui si riflette nei piatti cucinati per i due tanto da far sì che la donna lasci Tom in malo modo e che lui si innamori della pietanza servitogli dalla bella Amanda scoprendone le emozioni ad ogni boccone.

La loro relazione si approfondisce molto velocemente tra l’acquisto di nuove stoviglie e gli assaggi di piatti cucinati con l’aggiunta di orchidea vaniglia o del caramello, in una dimensione fantastica che spaventa Tom che decide di tenersi il più lontano possibile da Amanda.
Nel mentre il magazzino diretto dal nostro protagonista sta aprendo il lussuosissimo ristorante al suo interno ed è proprio Tom che se ne sta occupando: quando la sera prima dell’apertura lo chef ingaggiato darà forfait a causa della perdita dei suoi coltelli da parte della compagnia aerea, sarà l’assistente di Tom, con la complicità del proprietario che si è infiammato assaggiando gli éclair al caramello, a far sì che proprio un’ Amanda incredula e spaventata ricopra il ruolo di chef. Come reagiranno gli invitati gustando i piatti intrisi delle più svariate emozioni? E come si comporterà Tom durante questa cena da favola?

Il cibo è qui idealizzato e cucinato in una maniera molto sensuale, diventando una volta in più veicolo d’amore e di socializzazione.
Per Amanda è un’eredità tanto pesante da schiacciarla impedendole di mostrare il suo vero potenziale fino a quando non dovrà mettere in gioco tutta se stessa per salvare il ristorante della madre, riuscendo a realizzare piatti dal sapore magico.
Per Tom è solo un lavoro, rappresenta la tappa successiva per avere ancora più successo: il consumare un pasto insieme è lo scenario in cui lasciare le conquiste al quarto appuntamento per evitare di prendere impegni seri con nessuno oltre sé stesso. Quando si lascia catturare dalle pietanze ne viene travolto in un modo così inaspettato che lo choc prima lo fa allontanare per poi conquistarlo.

[Tom] Ma questi sono molto più che incredibili. Il gusto comincia in bocca e poi ti arriva al cervello e schizza giù per la spina dorsale e alla fine esplode fuori dai piedi e…

Attorno ai protagonisti ruotano altri personaggi anch’essi travolti dall’emozione che suscita un piatto cucinato con amore e determinazione: c’è chi piangerà commosso assaggiando un antipasto preparato con timore sulla sua riuscita, chi mangerà in religioso silenzio una portata principale perché la calma con cui è stata realizzata arriva diritta fino al cervello, chi farà l’amore con un dolcetto al caramello.

Per questa puntata di Ricette dal Cinema ho tre piccole aiutanti, le mie nipoti Elisa Nicole e Emma: insieme abbiamo scelto di prendere spunto proprio dai dolcetti galeotti e realizziamo gli Eclair al Caramello: la ricetta non è delle più semplici ma ne vale sicuramente la pena perché, come spiega bene il Dictionnaire de l’Académie française, il loro nome è dovuto al fatto che il pasticcino si mangia proprio “in un lampo”!

ricette dal cinema
Ingredienti per 4 persone
Per la pasta choux:
125 gr di farina
100 gr di burro
4 uova intere
120 ml di latte
120 ml di acqua
1 pizzico di sale
Per la salsa al caramello:
80 gr di zucchero
2 cucchiai di panna fresca
30 gr di burro salato
Per la crema al caramello:
1/2 lt di latte
110 gr di zucchero
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
50 gr di farina
2 tuorli ed 1 uovo
Per la glassa di caramello:
20 gr di salsa di caramello
20 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di acqua calda
Iniziamo preparando la pasta choux, utilizzata normalmente per i bignè: versiamo in una pentola il latte e portiamolo a bollore per poi unirvi l’acqua, il sale e il burro fino a che il composto risulti ben caldo. Allontaniamoli da fuoco e uniamoci la farina tutta in una volta mescolando in modo continuo ed energico fino a che l’impasto risulti il più possibile amalgamato. Trasferiamoci in una ciotola per unirci anche le uova una alla volta: il risultato sarà una pasta morbida che potremo inserire nella sac a poche per formare, sulla teglia ricoperta di carta da forno, dei bastoncini lunghi 10 cm. Facciamo cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per circa 20-25 minuti.
Nel mentre prepariamo la salsa al caramello:
versiamo in una casseruola lo zucchero e iniziamo a cucinarlo su fiamma bassa unendo goccio di acqua senza mescolare fino ad ottenere un colore ambrato. Riscaldiamo la panna e uniamola al composto insieme al burro sciolto. Mescoliamo molto bene facendo cuocere per 2 minuti fino al raggiungimento di una crema densa.
Ora preleviamone 20 gr e teniamola da parte mentre facciamo raffreddare il resto.
Per realizzare la crema pasticcera al caramello versiamo in una pentola il latte e l’estratto di vaniglia e iniziamo a scaldare a fiamma bassa. A parte montiamo i tuorli e l’uovo con lo zucchero ed uniamo la farina mescolando bene. Versiamoci il latte caldo a filo e mettiamo il tutto nella pentola continuando a mescolare fino ad ottenere una crema. Uniamo i 20 gr di salsa al caramello tenuto da parte e mescoliamo bene. Lasciamo raffreddare.
Infine realizziamo la glassa di caramello unendo alla salsa di caramello lo zucchero a velo e mescolando aggiungendo acqua calda quanto basta.
Ora è il momento di assemblare gli eclair: trasferiamo la crema pasticciera al caramello in un sac-a-poche e con l’aiuto di un beccuccio buchiamo l’éclair e riempiamolo (in alternativa possiamo tagliarli per il lungo e farcirli con la crema pasticcera al caramello), glassiamoli con la glassa al caramello appena preparate preparata ed irrorare a piacere con la salsa al caramello rimasta.
In alternativa alla crema pasticciera possiamo riempire i nostri éclair con la panna, con crema chantilly, pasticciera al cioccolato o qualsiasi altra crema: per rispettare la tradizione, però, dobbiamo decorare la superficie con lo stesso gusto della farcitura interna.
Ricette dal Cinema

Scroll To Top