Home > Rubriche > Ricette dal cinema > Ricette dal Cinema: la zuppa di porri e sedano di Bridget Jones

Ricette dal Cinema: la zuppa di porri e sedano di Bridget Jones

Decisione numero uno: ovviamente perdere dieci chili. Numero due: mettere sempre a lavare le mutande della sera prima, ugualmente importante. Trovare un ragazzo dolce e carino con cui uscire evitando di provare attrazione romantico-morbosa per nessuno dei seguenti soggetti: alcolizzati, maniaci del lavoro, fobici dei rapporti seri, guardoni, megalomani, impotenti sentimentali o pervertiti. E soprattutto, non fantasticare su una particolare persona che incarna tutti questi aspetti…

Come dimenticare la lista di buoni propositi che Bridget Jones annota sulla prima pagina del suo diario il primo giorno dell’anno?
Il diario di Bridget Jones” è una commedia romantica del 2001 diretta da Sharon Maguire e basata sul romanzo di Helen Fielding.
Bridget Jones (Renée Zellweger) è una trentaduenne frustrata, sovrappeso, un po’ troppo incline al fumo, all’alcool e alle figuracce. È invaghita del suo capo Daniel Cleaver (Hug Grant), uomo brillante e donnaiolo.
Al buffet freddo di capodanno dai genitori Bridget fa la conoscenza di Marc Darcy (Colin Firth) brillante avvocato e divorziato, all’apparenza scorbutico e scostante, che la spingerà a riflettere sulla sua situazione: decide di riprendere in mano la sua vita cominciando un diario in cui scrivere tutta la verità su di sé e riproporsi di cambiare. Si sa però che i cambiamenti non sono mai immediati e il nuovo anno comincia con la solita routine più una novità: dopo il disastroso discorso ad un evento aziendale Bridget finisce ripetutamente a letto con Daniel, fino a farsi castelli in aria sulla loro relazione per poi scoprire che lui ha continuato a tradirla con una collega americana.

In momenti come questi continuare a vivere sembra impossibile, e mangiare tutto quello che c’è nel frigorifero inevitabile. Avevo due possibilità: arrendermi e accettare il mio stato di zitellaggio perenne e prima o poi finire divorata dagli alsaziani, oppure no. E per questa volta optai per il no. Non mi sarei fatta distruggere da un uomo cattivo e da quella giraffona rinsecchita americana. Io scelsi la vodka e Chacacan.

La delusione inizialmente spinge Bridget a rinchiudersi ancora più in se stessa per poi darle la carica per mettere in atto la svolta: la vediamo cestinare e sostituire tutta una serie di libri di self help, andare in palestra e trovare un nuovo lavoro.
Nel mentre ha continuato a incontrare sporadicamente Marc, considerandolo sempre un uomo altezzoso e meschino a causa dei racconti viziati da parte di Daniel, vecchio collega all’università e suo testimone di nozze.
Una cena a casa di un amico avvocato (in cui vi saranno tante coppie sposate) la farà avvicinare a Marc che con la sua inaspettata dichiarazione spiazza completamente la nostra Bridget

[Marc] Non penso affatto che tu sia un’idiota. Oddio, è vero che c’è qualcosa di ridicolo in te, nei tuoi modi. Tua madre è piuttosto imbarazzante e devo ammettere che sei veramente pessima quando ti capita di parlare in pubblico. E tutto quello che ti passa per la testa lo fai uscire dalla bocca senza tenere tanto conto delle conseguenze. Certo mi rendo conto che quando ti ho conosciuta, al buffet di tacchino al curry di Capodanno, sono stato imperdonabilmente scortese. E avevo addosso quel maglione con la renna sopra, che mi aveva regalato mia madre il giorno prima; ma il punto è…quello che cerco di dirti …in modo molto confuso, è che in effetti…, probabilmente malgrado le apparenze, tu mi piaci. Da morire
[Bridget] A parte il fatto che fumo, che bevo, che ho una madre volgare, e soffro di diarrea verbale…?
[Marc] No, tu mi piaci da morire Bridget, così come sei!

Ma sarebbe troppo semplice se tutto si sistemasse con un lieto fine a questo punto, vero? Ricordiamo che libro e film sono ispirati a Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen, quindi non può essere tutto così lineare…
La sera del compleanno di Bridget vediamo tornare Daniel con una dichiarazione d’amore, ovviamente nel suo stile, e assistiamo ad una rissa tra lui e Marc in mezzo alla strada. Come si chiuderà l’anno del primo diario-verità di Bridget?

In questo film il cibo compare in varie forme dalle prime inquadrature fino alla fine, ma di cosa si nutre una Bridget Jones? Principalmente di cibo spazzatura, di qualunque cosa le capiti a portata di mano soprattutto nei momenti di crisi.
Per la succitata sera del suo compleanno Bridget decide di preparare una cena e invitare i suoi fratelloni di sventura, i quattro amici single come lei che l’accompagnano in tutto il film. Il menù prevede Zuppa porro e sedano, Tonno in Salsa di capperi e Semifreddo all’arancia glassato ma per una serie di pasticci e dimenticanze la Zuppa sarà Blu, il tonno sarà scomparso dal frigorifero e verrà sostituito da una frittata, le arance saranno sotto forma di marmellata.

In questo inizio anno, per le nostre Ricette dal Cinema vogliamo preparare proprio la purificante Zuppa di Porro e Sedano rapa, rigorosamente azzurrina: rappresenta a pieno Bridget, la sua comicità involontaria e disastrosa, la buona volontà costantemente intralciata dalla sua indole maldestra.
Pronti?

Ricette dal Cinema: primo piattoEcco gli ingredienti per 4 persone:
1 sedano rapa
1 patata grossa
2 porri
olio extra vergine di oliva
brodo vegetale q.b.
sale, pepe bianco o nero
1 cucchiaino di colorante alimentare blu

Pulire il sedano rapa e i porri eliminando tutte le parti non edibili, sbucciare la patata, ridurre tutti gli ingredienti a tocchetti.
Far imbiondire i porri nell’olio evo, aggiungere il sedano rapa e la patata e far rosolare il tutto per un minuto circa. Aggiungere il brodo vegetale fino a coprire leggermente gli ingredienti e lasciar cuocere fino a che le patate e sedano saranno belli morbidi. A questo punto immergete il frullatore nella pentola e mixerate il tutto per ottenere ottenendo una vellutata cremosa. Aromatizzate con sale e del pepe bianco o nero macinato al momento e, per ottenere la colorazione alla Bridget aggiungete il colorante alimentare mescolandolo bene.
Servite la vostra zuppa di sedano rapa e porri dopo aver aggiunto un filo di olio extra vergine di oliva. Se volete, sarà perfetta con dei crostini appena sfornati oppure con dei grissini sbriciolati.

Bon Appetit - primo

Scroll To Top