Home > Rubriche > Ricette dal cinema > Ricette dal Cinema: la Boeuf Bourguignon di Julia Child

Ricette dal Cinema: la Boeuf Bourguignon di Julia Child

[Paul] Ripeti con me, ok?
[Julia] ah si!
[Paul] nous cherchon un bon restaurant franchise
[Julia] nous cherchon un bon restaurant franchise
[Paul] chelchis haus typic an charmant
[Julia] chelchis haus typicancharmant
[Paul] typic an charmant
[Julia] typicancharmant
[Paul] typic. an. charmant.
[Julia] typicancharmant
[Paul] no no no
[Julia] typicancharmant. Oh per favore, basta (ridendo)

Queste sono le prime battute della commedia Julie&Julia diretto da Nora Ephron e tratto dai libri Julie & Julia. 365 giorni, 524 ricette, una piccola cucina di Julie Powell e My Life in France di Julia Child.

Nel 1949 Julia Child [Meril Streep] si è trasferita a Parigi per seguire il marito Paul [Stanley Tucci] addetto culturale dell’ambasciata americana.
La cucina francese la conquista completamente e non trovando un libro di cucina francese scritto in inglese decide di iscriversi ad un corso professionale al Cordon Blue. Con due compagne di avventura inizierà a tenere corsi di cucina francese per americane a Parigi.

Nel 2002 Julie Powell [Amy Adams], alla soglia dei trent’anni, si è trasferita col marito Eric [Chris Messina] da Brooklyn al Queens. Lavora come precaria in un ente governativo dopo aver abbandonato il suo romanzo e si sente insoddisfatta della vita che sta conducendo. Decide di aprire un blog in cui racconterà la sua sfida personale: completare le 524 ricette contenute nel libro “Imparare l’arte della cucina francese” di Julia Child in 365 giorni.

Seguiamo in parallelo le esistenze delle due donne che hanno molti tratti simili nonostante siano separate da 50 anni, ma che sono mosse da motivi profondamente differenti: Julia Child è un personaggio senza lati oscuri, estremamente solare ed entusiasta in tutto quello che fa; Julia Powell è una donna del nuovo millennio con dubbi, paure e la forte esigenza di riuscire ad esprimersi in un modo che la rappresenti davvero.

Per le due donne il rapporto col cibo e la cucina è estremamente differente.

[Paul] Ma cosa ti piacerebbe davvero fare?
[Julia] Mangiare
È quello che mi piace di più.
[Paul] Lo so, eccome se lo so. E lo fai con talento. Ma guardati, anche adesso: hai spazzolato tutto.
[Julia] Si lo so. E il mio talento ingrassa con me.

Julia Child impara a cucinare perché ama il marito e il cibo, pian piano si immerge nella sua nuova missione con un’energia totalizzante e una passione che la travolgerà completamente fino alla pubblicazione del suo libro di ricette, facendole comunque mantenere sempre il giusto contatto con la realtà e il meraviglioso rapporto col marito.

[Julie] Lo sai perché mi piace cucinare?
[Eric] No perché?
[Julie] Perché dopo una giornata in cui niente è sicuro, e quando dico niente voglio dire niente, una torna a casa e sa con certezza che aggiungendo al cioccolato rossi d’uovo, zucchero e latte, l’impasto si addensa. È un tale conforto.

Julia Powell, invece, cerca nelle ricette di mezzo secolo prima il nutrimento per il suo animo insoddisfatto, investe nel progetto e nel rapporto immaginario con la Child tutta la sua vita arrivando anche a mettere in crisi il matrimonio.

In un anno di progetto della Powell seguiamo un decennio della Child, con momenti positivi e negativi che le due donne affrontano in modi molto differenti: questa diversità ci permette di riuscire ad empatizzare con entrambe le donne in quanto possono ben rappresentare le fasi alterne che ciascuno di noi può attraversare durante la vita.

Scegliere una Ricetta dal Cinema da abbinare a questo film è stata davvero un’impresa: ve ne sono talmente tante (e tanto gustose!) che non è stato facile.  Ho quindi deciso di proporvi la famosissima Boeuf Bourguignon. Pronti?

Ricette dal Cinema

Ecco gli ingredienti per 6 persone

180 g di pancetta affumicata
1,5 kg di polpa di manzo
1 cipolla
2 carote
Salvia secca q.b.
Rosmarino secco q.b.
1 spicchio d’aglio
2 cucchiai di farina
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
1 bottiglia di vino rosso
Acqua calda q.b. o brodo
Olio
Pepe
Sale

In un tegame adatto anche alla cottura in forno rosoliamo con pochissimo olio la pancetta tagliata a cubetti, dopodiché la togliamo per rosolare nello stesso tegame la carne di manzo tagliata a tocchetti fino a che avrà una leggera crosticina (non deve cuocersi all’interno). Togliamo anche la carne e mettiamo a rosolare nel medesimo tegame carote e cipolla per poi riunire il tutto aggiungendo pepe marinato fresco, salvia, rosmarino e farina lasciando rosolare qualche minuto. Regoliamo di sale. Diluiamo il concentrato con dell’acqua e versiamolo sulla carne mescolando bene il tutto. Sfumiamo con il vino rosso e ricopriamo con l’acqua: se abbiamo a disposizione del brodo ricopriamolo con quello ma evitiamo l’operazione di salatura per lasciarla, eventualmente, alla fine. Una volta riportato a bollore mettiamo il coperchio e poniamo il tutto nel forno caldo già 200° per circa 2 ore mescolando di tanto in tanto. Al temine della cottura il sughetto dovrà essere denso e ristretto ma non eccessivamente asciutto.

Possiamo servire la Boeuf Bourguignon accompagnandola con patatine novelle rosolate o, per rimanere fedeli alla ricetta originale, con cipolline brasate e funghi champignon al burro.

E come direbbe Julia Child “booooon appetit!”

Ricette dal Cinema

Scroll To Top