Home > Recensioni > Ritorno al Marigold Hotel
  • Ritorno al Marigold Hotel

    Diretto da John Madden

    Data di uscita: 30-04-2015

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

“Marigold Hotel” era una piacevole fiaba sulla terza età: un gruppo di anziani che, vuoi per problemi economici vuoi per desiderio di cambiare, decidono di rifugiarsi in una struttura più o meno attrezzata in India, dove trascorrere gli ultimi anni della loro vita: il Marigold Hotel, appunto, gestito dal giovanissimo Sonny Kapoor, alle prese con una madre dispotica e affascinante e una fidanzata da riconquistare.

A tre anni di distanza, arriva il seguito. Stesso cast, con un’aggiunta che ha tutta l’aria di una “intrusione”: Richard Gere, prototipo del sessantenne ancora affascinante – e che infatti fa scattare subito una nuova storia d’amore. Per il resto, continuano vecchie vicende: tradimenti, sentimenti non confessati, voglia di rimettersi in gioco, e ovviamente, al centro, il destino del Marigold, che non deve perdere l’occasione di un ampliamento e di un vero rilancio.

Non era necessario. Anche perché, se tutti i cliché che abbondavano nel primo episodio li si perdonava in virtù di un messaggio di fondo, comunque positivo, nel seguito il clima da commedia preconfezionata si fa ancora più respirabile. Senza contare il ritratto idilliaco di un’India fatto apposta per quei turisti che desiderano vederla proprio così. Insomma, se non fosse per il cast, eccezionale con Maggie Smith e Judi Dench in testa, sarebbe un film totalmente da dimenticare.

Pro

Contro

Scroll To Top