Home > Zoom > I Rocky Horror raccontano il nuovo disco “Sciogli Il Tempo” brano per brano

I Rocky Horror raccontano il nuovo disco “Sciogli Il Tempo” brano per brano

I Rocky Horror tornano con un nuovo album di inediti dal titolo “Sciogli Il Tempo“, uscito lo scorso 12 gennaio su etichetta Protosound Records, distribuito dalla Edel.

Tra le più fresche realtà del Crossover italiano, la band ha presentato la scorsa primavera il brano “Lo Spazio Che Ti Spetta“, con Pino Scotto e Dj Blast e ha preso parte come ospite fisso al Rock Tv e Rock ‘n’ Roll Radio.

Il disco è stato registrato tra gli studi Zenith Recordings (Lucca) con Frank Andiver, e Kuore Nero (Foggia). “Sciogli Il Tempo” è una sorta di denuncia, un invito a reagire contro un sistema che intende condurci a un’omologazione generale. Accanto ai Rocky Horror troviamo illustri artisti come Pino Scotto e Dj Blast. Ma non sono gli unici, alla realizzazione del disco hanno partecipato: Ru Catania (Africa Unite), Luca (Los Fastidios), Simone Martorana (Folkabbestia), Nico Mudù (Suoni Mudù), Vince Carpentieri (ex Almamegretta), Mr T-Bone (ex Africa Unite e Giuliano Palma & the Bluebeaters), Dj Argento, Dj Fede e molti altri.

L’album è disponibile in tutti i negozi e piattaforme digitali.

 

Qui “Sciogli Il Tempo”, track by track

 

NON C’È TEMPO parla di un ragazzo che arrivato ad un certo punto della sua vita si trova a fare un bilancio e, nonostante mille difficoltà, è intenzionato a non mollare. Questo è un brano a cui teniamo particolarmente, arricchito inoltre dalle collaborazioni di RU CATANIA (AFRICA UNITE) e LUCA (LOS FASTIDIOS).

SAI COM’È spicca per il suo testo insolitamente ironico, in cui praticamente si fa un elenco di quante bugie e mezze verità la gente sia costretta a mandar giù. Il tutto accompagnato da una superba chitarra di SIMONE MARTORANA (FOLKABBESTIA) e dal genio di Dubline (Dub All Sense).

QUELLO CHE È PERDUTO è stata scritta a Torino mentre si aspettava il treno per tornare a casa dopo un concerto, sostanzialmente parla dei clochard e di quanto sia amara la vita in generale. È impreziosita dalla partecipazione di un poeta dei nostri giorni come NICO MUDÙ (SUONI MUDÙ), dalla chitarra del maestro VINCE CARPENTIERI (ex ALMAMEGRETTA) e dagli scratches di Dj Blast (ex Sona Sle).

GRIDALO FORTE ha un messaggio semplice e diretto, ovvero contro ogni forma di censura bisogna sempre far sentire la propria voce… o il trombone di MR. T-BONE (ex AFRICA UNITE e GIULIANO PALMA & THE BLUEBEATERS) e il didjeribone di Gianni Placido (risate, ndr).

STOP AL PANICO è una cover, o per meglio dire una rivisitazione dello storica canzone degli Isola Posse All Star, fatta con l’aiuto del già citato VINCE CARPENTIERI (ex ALMAMEGRETTA) e di Gianni Colonna (Superzoo). Questa song è presente anche in chiusura di album in una versione rmx a cura di DJ FEDE che trasuda cultura Hip-Hop da tutti i pori!

LARA VIVE parla di una ragazza abbandonata a se stessa, che lotta ogni giorno contro i propri demoni, in primis la droga. Brano caratterizzato da un sound più pacato, arricchito dagli immancabili VINCE CARPENTIERI (ex ALMAMEGRETTA) e Dj Blast (ex Sona Sle).

ANCORA NON TI BASTA punta il dito contro l’avidità e la brama di potere che spesso accecano l’uomo. Suono bello spinto, con i featuring di DJ ARGENTO e nuovamente di Gianni Placido e Dubline (Dub All Sense).

LO SPAZIO CHE TI SPETTA ha un titolo abbastanza eloquente. È singolo, è video e ci sono il grandissimo PINO SCOTTO e di nuovo il nostro amico Dj Blast (ex Sona Sle).

HC infine è un punto della situazione molto personale, quasi introspettivo, un brano che omaggia sin dal titolo un genere ed un’attitudine che ci hanno ispirato già dal principio del nostro percorso musicale.

Scroll To Top