Home > Recensioni > Roma 2015 – Dobbiamo parlare.
  • Roma 2015 – Dobbiamo parlare.

    Diretto da Sergio Rubini

    Data di uscita: 19-11-2015

    vai alla scheda del film

    Loudvision:
    Lettori:

Due coppie chiuse nella stessa casa, scontri di sentimenti e differenti visioni della vita, rancori taciuti per troppo tempo, un’inevitabile resa dei conti dopo la quale nulla sarà più come prima.

La formula di “Dobbiamo parlare“, il film di Sergio Rubini in Selezione Ufficiale alla Festa del Cinema di Roma 2015, non è certo nuova: pensiamo a “Carnage” di Roman Polanski, basato sulla pièce di Yasmina Reza, o al recente “Il nome del figlio” di Francesca Archibugi, che nasceva come adattamento/remake italiano di “Le prénom”, testo teatrale e poi film di Alexandre de La Patellière e Matthieu Delaporte.

Anche il progetto di “Dobbiamo parlare” è passato per il palcoscenico: Sergio Rubini (anche autore del copione con Carla Cavalluzzi e Diego De Silva), Isabella Ragonese, Fabrizio Bentivoglio e Maria Pia Calzone (la Donna Imma di “Gomorra – La serie”) hanno infatti recitato il testo in teatro in forma di prova aperta prima di portarlo al cinema.

Il film non presenta insomma elementi di novità (i temi sono l’amore, la vita di coppia, i tradimenti…), ma Rubini ritrova – specie rispetto al precedente “Mi rifaccio vivo”, decisamente poco riuscito – compattezza di scrittura e vivacità nella direzione degli attori quantomeno sufficienti a garantire una visione piacevole e divertente.

Dei quattro interpreti (ma c’è anche la voce di Antonio Albanese), sono Fabrizio Bentivoglio e Maria Pia Calzone a trovarsi più a proprio agio nei meccanismi della commedia ed è proprio sulle loro battute che ci troviamo spesso a ridere e sorridere. Meno sciolti il regista-attore-sceneggiatore Sergio Rubini e Isabella Ragonese, anche se forse è proprio la sua Linda, trentenne in un gruppo di (più o meno) cinquantenni, il personaggio più interessante.

Niente di indimenticabile, ma per una piacevole serata al cinema – arriva nelle sale il 19 novembre – “Dobbiamo parlare” va benissimo.

Pro

Contro

Scroll To Top