Home > Recensioni > Sallie Ford And The Sound Outside: Dirty Radio

Back To The Future

Spiazzante il lavoro di questa giovane cantante americana e del suo ensemble. Il salto indietro nel tempo è notevole e totale. Il riferimento sono i tardi anni ’50, primi ’60 per poco più di una frizzante mezz’ora.

Una mezz’ora in cui ogni cosa venuta dopo lo swing, il beat ed il primitivo rock n’roll di quegli anni svanisce e ci riporta a gonnelloni e acconciature di greasiana memoria. La voce di Sallie è convinta e convincente, i suoni degli strumenti anche ed i brani sono divertenti al punto giusto.

Forse il dubbio rimane sull’azzardo di tale tipo di proposta, ma non si può non applaudirne il coraggio.

Brillantina…c’è, poster di James Dean e Marilyn Monroe..ci sono, frappè, hamburger e chips…presenti…cosa manca?? Ah giusto una bella Chevrolet dei tardi fifties… Come?? Non ci posso circolare più da nessuna parte perché non è Euro 5? Ecco il problema del vintage. È bello, divertente, suggestivo, ma, ahimè, vecchio.

Pro

Contro

Scroll To Top