Home > Rubriche > Eventi > Sanremo 2017: la pagella della quarta serata

Sanremo 2017: la pagella della quarta serata

GIUDIZIO COMPLESSIVO

LA SERATA: 6

La seconda serata di questa sessantasettesima edizione del Festival di Sanremo raggiunge la sufficienza. Anche se c’è da dire che ascoltare e riascoltare gli stessi brani più volte è estenuante. I Big però sono tutti più rilassati. Ma si sa, l’emozione delle prime volte gioca sempre brutti scherzi.

Ma il voto non riguarda sicuramente gli ospiti, che non ci hanno convinto affatto. Ne è valsa la pena seguirla, solo per poter apprezzare ancora le canzoni che ci hanno già conquistato.

LE NUOVE PROPOSTE

MALDESTRO, “CANZONE PER FEDERICA” 8

Beh, il nome d’arte non gli ha portato molta fortuna, ma gli ha portato diversi premi. Tra questi quello della critica “Mia Martini”.

A un passo dalla vittoria, peccato. Porta i miei saluti a Federica.

LEONARDO LA MACCHIA, “CIO’ CHE RESTA”. 6

…Un tuo ricordo. Si perché purtroppo Sanremo per te finisce qui.

FRANCESCO GUASTI, “UNIVERSO” 5

Va’ a casa insieme ad Albano e Gigi D’Alessio, chiamate altri due amici e fatevi una bella briscola.

LELE, “ORA MAI” 9

Il ragazzo prometteva bene già dal primo ascolto. E’ la tipica canzone sanremese giovanile che si sposa perfettamente con tutti i generi di timpani. Vittoria comunque meritata.

I CANTANTI IN GARA

I SÍ

FIORELLA MANNOIA, “CHE SIA BENEDETTA”: 9

Diciamoci la verità, non aspettavamo altro che riascoltarla. E si, la Mannoia con questa canzone ci ha stesi tutti. A parer mio, è candidata a vincere.

ERMAL META, “VIETATO MORIRE”: 8           

L’ho gradito di più nella serata cover. In ogni caso: vietato non amarlo.

SAMUEL, “VEDRAI”: 7

Ma lo lasciate in pace sto ragazzo? Diglielo Samuel, che senza cappello non è lo stesso. Tutto il tuo talento è nascosto lì sotto, ne sono certa.

CLEMENTINO, “RAGAZZI FUORI”: 7

A me Clementino piace, sinceramente più di Neffa e Rocco Hunt di qualche anno fa.

SERGIO SYLVESTRE, “CON TE”: 7

Canzone bellissima, e pure la sua voce. Anche se al secondo ascolto un po’ stanca.

PAOLA TURCI, “FATTI BELLA PER TE”: 7

Dovremmo seguire il suo consiglio, ma l’avete vista quanto è figa con quel tailleur bianco? Paola Turci è una di quelle donne che “se te pijo”. Il resto, lascio immaginare. La canzone c’è.

 

I FORSE

ELODIE, “TUTTA COLPA MIA”: 5

“La ragazza si impegna, ma può fare di meglio”.

FABRIZIO MORO, “PORTAMI VIA”: 6

Bello, selvaggio, come a noi tutte piace. Si ma dopo un po’ anche basta. Cito la grande Mina: “Portati Via”.

RON, “L’OTTAVA MERAVIGLIA”: 6

Meglio delle scorse sere (e infatti è stato eliminato). Ron, questo Festival non ti merita. Magari però non lo dare troppo a vedere..

FRANCESCO GABBANI, “OCCIDENTALI’S KARMA”: 5

Vestito da scimmia? “No Maria, io esco”.

AL BANO, “DI ROSE E DI SPINE”: 6

Caro Albano, era tutto scritto nel titolo della tua canzone. Ogni rosa ha la sua spina. Eppure stasera l’aveva cantata meglio. Meritava la finale. Quindi un bel 2 all’esclusione di Albano.

MICHELE ZARRILLO, “MANI NELLE MANI”: 6

Beh, è una brava persona.

MARCO MASINI, “SPOSTATO DI UN SECONDO”: 6

Farei un applauso a Masini per la sua barba da hipster. E’ modo per convincerci che anche le sue canzoni non sono quelle di una volta. Masini, non mi freghi!

MICHELE BRAVI, “IL DIARIO DEGLI ERRORI”: 5

“Quanto zucchero nel caffè? Dopo questa, amaro grazie”. Insulina mode ON: ti prego, lasciaci vivere.

 

I NO

GIUSY FERRERI, “FA TALMENTE MALE”: 5

A quest’ora fa veramente male. Sconto della pena?

BIANCA AZTEI, “ORA ESISTI SOLO TU”: 4

Ok la canzone continua a non piacere, forse non piace nemmeno a lei. Oddio, ma che fa? Piange.

LODOVICA COMELLO, “IL CIELO NON MI BASTA”: 4

Lei è come quelle ragazzette del telefilm liceali che sta ancora cercando se stessa. Vi do uno scoop: non si è ancora trovata (con il Festival, sorprattutto).

CHIARA, “NESSUN POSTO E’ CASA MIA”: 4

Ottimo, non è cambiato nulla dalla prima serata. 10 punti alla coerenza.

ALESSIO BERNABEI, “NEL MEZZO DI UN APPLAUSO”: 4

Ah ma c’è anche lui a Sanremo? “Aspetta che ti mostro il ca che me ne frega” (Rovazzi dicet)

(Ps. Per fortuna che dopo arriva Robin Schulz a recuperare gli spettatori che hanno abbandonato la sala)

GLI OSPITI

NONNO EROE DI NIZZA: 8

I nonni sono pezzi di cuore, non si toccano!

ROBIN SCHULZ: 5

Lui è fantastico, attenzione. Ma suonare una canzone al volo e andare via. No, non si fa… How much?

LUCA ZINGARETTI: 6

Non c’è Luca Zingaretti senza Montalbano. Può benissimo andare all’anagrafe e cambiarsi l’identità.

 

GLI OSPITI “E QUINDI?”

ANTONELLA CLERICI: 5

Chiamate un dietologo, per favore. Eppure lei, imperterrita, confida a Carlo che le andrebbe un bicchiere di vino e un panino. Antone’, ma non te sembra di esagerare?

Non ho ancora capito la “Standing Ovation”, suggerita da Carlo Conti (tra l’altro).

MARICA PELLEGRINI: 6

Ok, è arrivata la bella di turno, la compagna di Eros Ramazzotti. Ha dimostrato pure di saper leggere il nome del vincitore delle Nuove Proposte. Tutto molto bello. Per il resto, perché?

I CONDUTTORI

CARLO CONTI: 5

Beh, lui si mantiene sul 5. E’ sempre lo stesso tutte le sere, almeno Maria un po’ si è sforzata.

MARIA DE FILIPPI: 6

Abbiamo capito che Maria e la moda non vanno molto d’accordo, quindi abbandoniamo anche stasera ogni speranza di vederla vestita decente. Ad ogni modo, resta Maria De Filippi, io le voglio bene sul serio. Ieri sera ha sguinzagliato persino il suo lato umoristico, distribuendo tra il pubblico portachiavi a forma di Carlo Conti. Solo che, passata una certa ora, Maria si blocca, entra nella fase “ho sonno, non sto capendo più niente”(Ma quanto la capisco).

BEPPE VESSICCHIO: 10

Eccolo finalmente, il tanto atteso e richiesto (quasi ricercato) maestro Vessicchio, ma diciamocelo: senza di lui che Sanremo è stato? Seduto in prima fila, come se fosse un ospite qualunque. Ma che gli avete fatto a Beppe?

I COMICI

VIRGINIA RAFFAELE: 8

Nei panni di Sandra Milo. Non è il suo sketch riuscito meglio. Ma essendo la grande Virginia Raffaele (quando penso a lei, mi viene in mente Carla Fracci), non posso che darle un bel voto.

ROCCO TANICA: 7

Lui è come una boccata d’aria dopo una lunga e faticosa corsa alla fine della serata. Rocco salvaci tu.

 

BIG ESCLUSI

AL BANO, GIGI D’ALESSIO, RON, GIUSY FERRERI

Scroll To Top