Home > Report Live > Sanremo 2019, il racconto della seconda serata

Sanremo 2019, il racconto della seconda serata

Correlati

La seconda puntata del Festival di Sanremo 2019 è iniziata con l’esibizione di Claudio Baglioni sulle note di “Noi no”. Ecco che a raggiungerlo sul palco arrivano i suoi compagni d’avventura, Claudio Bisio e Virginia Raffaele che introducono il primo dei 12 artisti in gara. A rompere il ghiaccio è Achille Lauro con “ Rolls Royce” che, anche questa sera, non sembra essere al massimo della sua forma.

Stesso discorso va fatto per Einar e la sua “ Parole nuove”. Probabilmente colpa della sua timidezza ma il giovane cantante non riesce ancora a bucare lo schermo. In perfetta forma, invece, sia Il Volo che Arisa. Questa sera il trio è particolarmente apprezzato dalla platea, come anche Arisa, tra l’altro molto elegante, che esprime tutta la sua energia.
Sul palco il primo ospite della serata Fiorella Mannoia con il suo ultimo singolo “Il peso del coraggio“ (“Personale”) per poi eseguire “Quello che le donne non dicono” con Claudio Baglioni. A proposito di energia (e in questo caso si parla di energia spirituale) arriva sul palco Nek. Immancabile la presenza di Pippo Baudo che torna a far visita nella sua storica casa musicale.

Dopo la pausa pubblicità è il turno di Daniele Silvestri con Rancore. Anche questa sera “Argento Vivo” ci emoziona particolarmente, riconfermandosi come una delle nostre canzoni preferite. A portare l’allegria all’Ariston è Michelle Hunziker, complice di uno scherzo insieme a Claudio Bisio: la showgirl si era finta malata e quindi impossibilità a raggiungerlo sul palco. Subito dopo la pubblicità tocca agli Ex-Otago con “Solo una canzone”. Stasera sono molto più sciolti rispetto alla serata d’apertura. Anche questa sera Maurizio Carucci dà esempio di dolcezza abbracciando una donna seduta in prima fila. Finalmente l’ospite più atteso della serata: Marco Mengoni. L’artista esegue in duetto con Tom Walker il singolo più tramesso dalla radio nel mese di gennaio “Hola”. Uno dei featuring più belli attualmente, soprattutto live. Mengoni procede poi, accompagnato da Claudio Baglioni, con “l’Essenziale”, canzone che nel 2013 gli ha fatto vincere la kermesse musicale. e con Emozioni dove gli occhi diventano lucidi.

Il prossimo artista in gara è Ghemon con la sua poetica “Rose viola” che convince e lascia il suo timbro R&B sul palco dell’Ariston. La prossima a salire sul palco è una donna, Loredana Bertè con “Cosa ti aspetti da me”, che stasera si riconferma essere una perla, tra le figure femminili più influenti da sempre della musica italiana. Il pubblico apprezza e omaggia la diva con una standing ovation. La decima canzone in gara è quella di Paola Turci che con “L’ultimo ostacolo”, riceve numerosi applausi dal pubblico. Merito della sua sensualità disarmante. Dopo la performance dell’artista romana irrompe sul palco Virginia Raffaele che, finalmente, si esibisce in un numero sulle sue corde interpretando una cantante lirica senza leggìo, improvvisando con grande ironia sulle note de la “Carmen” di Bizet ricevendo graditissimi applausi. A seguito dell’interruzione pubblicitaria la gara si conclude con “I ragazzi stanno bene” dei Negrita (la presenza scenica di Pau è magistrale) e con “Senza farlo apposta” di Federica Carta e Shade.

Intorno a mezzanotte il mitico Pippo Baudo fa di nuovo capolino sulla scena, presentando “la canzone del secolo”, lasciando quindi il palco all’intramontabile a Claudio Baglioni che interpreta finalmente “Questo piccolo grande amore“. La serata, andata leggermente a rilento nel corso della prima parte, prende paradossalmente un ritmo incalzante verso la fine, complici il divertentissimo sketch di Pio & Amedeo, bravissimi a far finalmente un po’ di satira sociale e politica, e un bellissimo live set di Riccardo Cocciante: il celebre cantautore ha regalato emozioni fortissime prima esibendosi con “Bella” insieme allo storico cast di Notre dame de Paris formato daGiò di Tonno, Vittorio Matteucci e Graziano Galatone, poi con uno splendida versione di “Margherita” in duetto con Claudio Baglioni, purtroppo viziato da un passaggio a vuoto di quest’ultimo nel crescendo del brano.

La partecipazione di Laura Chiatti e Michele Riondino, arrivati all’Ariston per presentare il nuovo film “Un’avventura”( in sala dal 14 febbraio)  e la consegna del premio alla carriera a Pino Daniele da parte  delle figlie Sara e Cristina, precedono il momento dell’attesissima classifica parziale della sala stampa che conclude la serata, suddivisa nel seguente modo:

Zona Blu (posizioni di alta classifica): Arisa, Achille Lauro, Daniele Silvestri con Rancore, Loredana Bertè

Zona Gialla (posizione di media classifica): Ex-Otago, Il Volo, Ghemon, Paola Turci

Zona Rossa (posizioni di bassa classifica): Federica Carta con Shade, Nek, Negrita, Nek

 

 

Scroll To Top