Home > Interviste > Sanremo 2019, Il Volo: siamo venuti per festeggiare i nostri 10 anni | INTERVISTA

Sanremo 2019, Il Volo: siamo venuti per festeggiare i nostri 10 anni | INTERVISTA

Correlati

In gara con il brano “Musica Che Resta”, il prossimo 22 febbraio uscirà il loro nuovo disco. Nel frattempo abbiamo incontrato Il Volo nella sala stampa “Lucio Dalla” del Palafiori . Hanno alle spalle il peso del successo arrivato nell’adolescenza, ma adesso tornano sul palco più ambito d’Italia con idee più chiare e mature: “Stimiamo molto artisti come Bocelli, e lo prendiamo come esempio“.

Ciao ragazzi, cosa pensare degli artisti in gara?

Sono artisti che nel giro di un anno hanno riscosso un forte successo. Questo vuol dire che la musica sta cambiando. Ma noi resteremo sempre noi stessi.

Come mai avete deciso di tornare a Sanremo e come state vivendo questa esperienza.

Siamo arrivati con uno spirito di festa. Molti vivono il timore della gara e della competizione. Il palcoscenico deve essere un luogo di condivisione.

Tre anime per una sola voce, quanto è stato complicato essere cosi uniti?

Beh è una conseguenza. Se non fossimo stati compatibili non avremo composto un gruppo. Non ci siamo scelti, ma ci vogliamo molto bene. Condividiamo tutti. Gli amori no, quelli ce li teniamo per noi (ridono, ndr).

Nel 2015 quando abbiamo ascoltato questa canzone abbiamo capito che avreste potuto vincere. Quest’anno come la state vivendo?

Siamo venuti qui per festeggiare i nostri 10 anni“. Volevamo semplicemente ritornare sullo stesso palcoscenico. Ovviamente non schifiamo la vittoria, ma per noi l’importante è condividere la nostra musica.

Venerdì vi esibirete con il violinista Alessandro Quarta, come mai questa scelta?

Cerchiamo sempre di abbinare le nostre voci definite classiche con la musica contemporanea. Venerdì vedrete un uomo enorme con un violino in mano, e lo farà parlare, quel violino.

Avete mai pensato di cimentarvi in testi che riguardano l’attualità?

Non siamo quei tipi di artisti. Il nostro è un genere musicale che richiama molto l’amore. Abbiamo le nostre idee, ma esistono tanti artisti molto più appropriati di noi su questo genere di cose. Noi non siamo cantautori, e ci riesce più semplice interpretare canzoni che parlano d’amore.

E per quanto riguarda il disco?

Il disco uscirà il 22 febbraio. Ci saranno 3 inediti e 8 cover. Ci rappresenta a pieno, abbiamo tre voci completamente diverse e dal disco capirete meglio quale sarà la nostra direzione.

Scroll To Top