Home > Recensioni > Sergio Cammariere: Io
  • Sergio Cammariere: Io

    Jando Music / Egea

    Data di uscita: 25-11-2016

    Loudvision:
    Lettori:

E’ uscito il 25 novembre l’ultimo album di Sergio Cammariere “IO” per Jando Music e distribuito da Egea.

Questo album rappresenta la natura più intimista dell’artista calabrese che, pur essendo cugino del mito italiano Rino Gaetano, ha sempre brillato di luce propria.

Come tutte le opere ben riuscite spesso il loro esordio è frutto del caso, nasce così l’idea di entrare all’Auditorium Parco della Musica di Roma e registrare qualche brano, ai sei meglio riusciti è stata aggiunta l’orchestra di archi, e via… nuovo album, arricchito dalla rivisitazione di sei pezzi di punta che hanno reso Cammariere il malinconico cantore contemporaneo.

Chi di noi non ha mai dedicato, o sognato di vedersi dedicata almeno una volta nella vita la profondissima “Tutto quello che un uomo”? In chiave jazz assume un abito che le calza alla perfezione, quasi a impreziosirla ad alta moda.

Ma Sergio un regalo lo ha fatto anche a se stesso godendo di altissime collaborazioni, una fra tutte con Gino Paoli, che lui definisce geniale nella prosa di Cyrano, su cui lo stesso Cammariere ha cucito la melodia perfetta per rendere questo brano il fiore all’occhiello di tutto l’album, a cui però non mancano punte di orecchiabilità come Con te o senza te cantata con Chiara Civello.

I riferimenti alla politica del nostro tempo da uomo “del sud” abituato ma mai arreso a ciò non si fanno attendere, nell’inedito “La Cosa Giusta” il rimando al mondo corrotto è quasi il lite motive del brano.
Il disco si chiude con l’irresistibile Cantautore piccolino, impreziosita da un’inedita coda strumentale in cui Bosso conferma ancora una volta perché è considerato uno dei migliori trombettisti a livello europeo.

Pro

Contro

Scroll To Top