Home > Recensioni > Sick Tamburo: Paura e l’amore
  • Sick Tamburo: Paura e l’amore

    La Tempesta Dischi / none

    Data di uscita: 05-04-2019

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

I Sick Tamburo tornano a deliziarci con la loro musica dando alla luce il loro quinto lavoro in studio. “Paura e l’amore”, questo il titolo del disco uscito il 5 aprile per la Tempesta Dischi. Prodotto, registrato e mixato al GM Studio 84 da Gian Maria Accusani rappresenta uno dei lavori “alternative rock” meglio riusciti degli ultimi tempi. Ad anticipare la pubblicazione del disco è stata l’uscita del singolo “Puoi ancora” – personalmente una delle tracce che mi ha colpito di più – seguito dal relativo videoclip. Musicalmente non mancano di certo elementi “moderni”, così come non mancano elementi riconducibili a un piacevolissimo indie perduto che la musica italiana sembra aver dimenticato da tempo. I testi risultano tanto concisi quanto profondi e nel complesso l’album lascia trasparire un’inconfondibile attitudine punk. Anche le melodie vocali e corali – che danno un tratto caratteristico al sound – risultano molto piacevoli e ben arrangiate. Personalmente oltre al singolo sopracitato ho trovato molto interessanti diverse altre tracce come “Anche Tim Burton la sceglierà”, “Mio padre non perdona” e “Lisa ha 16 anni”. Concludendo posso dire che “Paura e l’amore” è davvero un disco ben fatto, un lavoro che porta in sé tutta la maturità artistica della crew pordenonese.

di Carlo Capretta

Pro

Contro

Scroll To Top