Home > Recensioni > Sig. Solo & The Superstars: Sexsation
  • Sig. Solo & The Superstars: Sexsation

    Garrincha Dischi / none

    Data di uscita: 03-03-2015

    Loudvision:
    Lettori:

Già solo a vederlo, con il suo vestiario dai colori sgargianti e i suoi occhiali da sole indossati spesso e volentieri anche di sera, alla luce di neon e faretti vari, il Sig. Solo lo diresti saltato fuori direttamente dagli anni Settanta, attraverso qualche strano varco musical-temporale. E in effetti “Sexsation”, il nuovo disco uscito per Garrincha a nome – anch’esso molto “anni Settanta con furore” – Sig. Solo & The Superstars ci conferma ampiamente la fascinazione di Andrea Cipelli – così all’anagrafe il musicista emiliano – per quello che fu, in Italia e all’estero, il decennio d’oro non solo della canzone d’autore, ma anche della musica rock e dance.

In realtà, però, “Sexsation” è molto più che l’omaggio di una rockstar di provincia ai suoi idoli musicali, ovvero a quei cantautori e a quelle band che fecero la storia della musica, italiana e non (si pensi per esempio alla Pfm, o al Battisti anni Settanta, con la sua miracolosa combinazione di pop d’autore e sperimentalismo dance), e che determinarono e influenzarono il gusto e la pratica di almeno un paio di generazioni di musicisti. “Sexsation”, infatti, è innanzitutto e in primo luogo la sintesi più matura del percorso musicale che Andrea Cipelli iniziò a metà degli anni Novanta – quando, insieme al batterista Gianluca Gambini e al chitarrista Giuseppe Peveri, fondò l’ormai celebre band La Spina, mettendosi a fare canzoni rock con testi in italiano – e proseguì poi da tastierista e arrangiatore, allorché, una decina d’anni più tardi, Peveri intraprese una carriera solista di sempre maggior successo sotto il nome di Dente, e chiamò i suoi vecchi amici a suonare con lui in studio e nei live.

“Sexsation”, in fin dei conti, è il risultato più o meno diretto di tutta questa esperienza. E anche se certo non è un capolavoro sa pur sempre essere, con i suoi alti e bassi, un disco piacevole da ascoltare. Preferibilmente in macchina, con il sole e il finestrino abbassato.

Pro

Contro

Scroll To Top