Home > Recensioni > Simone Vignola: Going To The Next Level
  • Simone Vignola: Going To The Next Level

    Simone Vignola

    Loudvision:
    Lettori:

Segui il Pastorius che è in te

Simone Vignola è un ragazzo di anni ventitre proveniente da Avellino.
La sua passione per la musica lo ha portato a diventare un polistrumentista coi cazzi, soprattutto per ciò che riguarda il basso elettrico. Uno slap bello come il suo, obiettivamente, è raro.

“Going To The Next Level” segna un nuovo punto di arrivo per il musicista: tredici componimenti che spaziano dal rock al funk fino a toccare il pop, il tutto arrangiato e suonato da solo. L’apertura con “Chemical Body” non poteva essere migliore, vista l’abilità con cui Simone è capace di animare un pezzo di legno con attaccate cinque robuste corde.

Se i testi si focalizzano su argomenti classici, le note cercano di librarsi in dimensioni ancora ignote.

In una cosa così ben fatta la scelta di cantare in lingua inglese non risulta proprio azzeccata, come del resto pure la deviazione melodica all’italiana di alcuni andamenti armonici. Sembra infatti che accanto alla voglia di innovazione ci sia la musica leggera a dare gomitate all’inventiva, fatto che penalizza un indiscusso talento.

Pro

Contro

Scroll To Top