Home > Interviste > Simple Plan: Semplicemente vincenti

Simple Plan: Semplicemente vincenti

Reduci da due importanti tour in Australia, alla fine del 2011, e in Asia, all’inizio di quest’anno, i Simple Plan arrivano in Italia con due date a Milano e a Roma.
L’occasione è l’uscita di “Summer Paradise”, quarto singolo estratto da “Get Your Heart On”, album caratterizzato dal ritorno alle sonorità tipiche della band canadese.
Per le date italiane del tour europeo i Simple Plan suonano all’Alcatraz di Milano e all’Orion Club di Roma, accompagnati dai We The Kings
Abbiamo raggiunto un entusiasta Sébastien qualche ora prima del concerto romano.

Ciao Sébastien, benvenuto in Italia! Tra poco suonerete a Roma e ieri avete suonato a Milano. Com’è andato il concerto? Siete soddisfatti dell’accoglienza che avete ricevuto?
Siamo molto contenti ed eccitati. Abbiamo ricevuto un’accoglienza favolosa sia a Milano che a Roma. Ieri hanno organizzato per noi una grande festa con i fan e ci siamo divertiti moltissimo.
La data di Milano è la migliore che abbiamo fatto in Europa fino ad ora. C’era molta gente e molti nuovi fan. Siamo rimasti molto colpiti.

Il 17 marzo è uscito il nuovo singolo “Summer Paradise”. Si tratta di una versione diversa da quella presente nell’album e vede la partecipazione di Sean Paul. Come mai avete scelto di fare una canzone con lui?

Lo conosciamo personalmente. In questi anni abbiamo partecipato con lui a diversi show televisivi e siamo diventati amici.
Pensando a “Summer Paradise” ci è venuto in mente che la sua voce “caraibica” sarebbe stata perfetta per il mood della canzone.

La versione contenuta nel disco è un po’ diversa e l’avete incisa con il rapper K’naan…
Si, la versione del disco è diversa, è molto più lavorata. La nuova versione invece è molto più suonata ed istintiva. Ci è piaciuto molto fare due versioni della stessa canzone.

“Get Your Heart On” è uscito l’estate scorsa. Siete soddisfatti dal riscontro che avete avuto in questi mesi dai fan e dai media?
Si, siamo veramente contenti di come è stato accolto quest’album. Il precedente lavoro “Simple Plan” era stato accolto più freddamente, forse per via delle sonorità più cupe. Ne siamo comunque soddisfatti perché, in quel momento, era quello che volevamo fare.
“Get Your Heart On” ha ricevuto invece tanti feedback e recensioni positive sia da parte dei media che dal pubblico. Molti nostri fan pensano sia il nostro miglior album e… anche noi lo pensiamo.

Nel giro di pochi mesi avete fatto due grandi tour in Australia e in Asia ed ora avete numerose date anche in Europa. Come riuscite a mantenere costante l’energia che caratterizza le vostre esibizioni, ogni volta che salite su un palco?

(ride, ndr)… Non lo so. Penso che molto ci arrivi dal nostro pubblico. Siamo una band molto “fisica” e quando suoniamo cerchiamo, il più possibile, di avere contatto con chi ci sta ascoltando.
Sul palco ci piace scatenarci, coinvolgere tutti e, a nostra volta, ci facciamo prendere dalla loro energia.

Ti ricordi in modo particolare di qualche momento significativo di questo tour europeo?
Questa è una domanda difficile. Il tour sta andando molto bene, abbiamo suonato in molte date e tante altre ne sono previste. Mi ricordo tanti bei momenti.
Posso dire che per me i giorni più belli li abbiamo trascorsi in Germania e ieri a Milano.

Ma invece come siete in studio? Ci riesce difficile vedervi seri ed impostati impegnati in lunghe ore di registrazione…
Hai ragione infatti non è così (ride, ndr) Scherziamo sempre anche in studio ma sappiamo anche porci dei limiti e finalizzare il nostro lavoro.
Quando registriamo un album lavoriamo duro ma sempre con il sorriso.

Quali sono i progetti futuri dei Simple Plan terminato il tour?
Non ne ho idea. Torneremo a casa e ci riposeremo. Non credo che uscirà un altro singolo. Dobbiamo ancora pensarci.

In questo caso godetevi il tour e buon concerto per stasera.
Grazie mille e un saluto a tutti gli utenti di LoudVision!

Scroll To Top