Home > Recensioni > Since By Man: A Love Hate Relationship
  • Since By Man: A Love Hate Relationship

    Since By Man

    Loudvision:
    Lettori:

EP dopo il debutto, Induriti ed aggressivi

Tornano i Since By The Man con questo Ep di 4 pezzi, dopo l’ottimo debut sempre su Revelation “We Sing The Body Electric”. Rispetto all’album in questione queste tracce risultano più violente, brutali, accennando con minore enfasi le divagazioni punk-rock ed emo che comparivano spesso nella precendente release del gruppo. “Swan Song” e “What You Got Is Gold” sono devastanti, il singer sbraita come difficilmente avrebbe fatto in precendenza e non c’è altro da fare che godere di questo passo in avanti (per fortuna ogni tanto ‘passo in avanti’ non fa rima con ammorbidimento o pseudo ricerca sperimentale). Dopo un intro elctro-beat alla The Rise, “Goddamnit Baby This Is Soul” ti travolge per poi approdare su versanti che, ora si, rimandano chiaramente alla passata discografia della band americana. Chiude il lavoro una song dal titolo più che emblematico per le intenzioni musicali (e non solo) della band: “Who Would I Be Without My Middle Finger”. In questo caso sono gli upbeat di matrice The International Noise Conspiracy a farla da padrone, andando a stemperare gli animi prima che i 14 minuti scarsi del disco giungano a conclusione. In attesa di vederli di ritorno con un lavoro completo, non possiamo fare altro che ribadire il nostro favore per una band che, in sordina rispetto al polverone che normalmente viene alzato per band spesso nettamente inferiori, sta diventando sempre di più una realtà consolidata. Voto limitato unicamente dalla lunghezza (o brevità se volete) dell’album.

Scroll To Top