Home > Recensioni > Six Magics: Behind The Sorrow
  • Six Magics: Behind The Sorrow

    Six Magics

    Data di uscita: 15-02-2010

    Loudvision:
    Lettori:

Made in Chile

Direttamente da Santiago del Cile arrivano i Six Magics, band power metal attiva dal 2001 con tre full length all’attivo.
“Behind The Sorrow” non è altro che una riproposizione del materiale presente nel terzo album “Animal”, edito dall’ Underground Symphony, per la nuova etichetta: la Coroner Records.

Il disco non presenta quindi nulla di nuovo ribadendo i concetti del precedente lavoro: un power metal dalle forti componenti sinfoniche e dalle orchestrazioni molto elaborate, impreziosito dalla tutt’altro che banale voce di Elyzabeth Vàsquez che, al contrario delle illustri colleghe fortemente impostate dal canto lirico, disegna la sua voce su tratti quasi androgeni. Una gradita conferma.

La produzione di “Behind The Sorrow” è affidata alle sapienti mani di David Prater, ma il risultato finale è un lavoro troppo pomposo, appesantito da una ricca coltre di effetti che tocca ogni singolo strumento e che rende il sound della band molto artificiale, quasi di plastica. Naturalmente per chi fosse già in possesso di “Animal”, questa è un’uscita totalmente inutile.

Pro

Contro

Scroll To Top