Home > Recensioni > Smith & Burrows: Funny Looking Angels
  • Smith & Burrows: Funny Looking Angels

    Smith & Burrows

    Loudvision:
    Lettori:

Ebenezer Scrooge coi lucciconi negli occhi

Il 20 novembre scorso The Indipendent l’aveva inserito nella sezione ‘Now That’s What I Call Christmas Music’, che in pratica vuol dire che la collaborazione tra Tom Smith e Andy Burrows va alla grande: se siete indie-dipendenti “Funny Looking Angels” è il disco natalizio che fa per voi.

Lasciate da parte i brutti pensieri e riempitevi la mente di chitarra melliflua, archi, grancassa da marcia, pianoforte, cori sotto l’agrifoglio e due voci così antitetiche tra loro che ascoltarne le movenze fa rabbrividire. La pastosità di Smith vs. l’impronta adolescenziale e quasi femminea di Burrows, un match che può piacere a tutti i buoni di cuore che non amano le dichiarazioni false da peccatore pentitosi all’ultimissimo.

La cover di “Wonderful Life” è il punto in cui il disco raggiunge l’apice di bellezza, forse perché si torna al suono di pezzi soft marchiati dagli Editors stessi quali “Push Your Head Towards The Air” e “Open Your Arms”. E non finisce qui: “Only You ” – interpretata dal batterista dei Razorlight – protrae la leggiadria poetica del momento, colorando di rosso, verde e oro anche i meno magnanimi.

Pro

Contro

Scroll To Top