Home > Recensioni > SMOD: SMOD
  • SMOD: SMOD

    SMOD

    Loudvision:
    Lettori:

Di Mali…in meglio!

Sam, Donsky e Ousco sono gli SMOD, trio maliano fautore del rap’n’folk africano, genere che loro stessi affermano di aver creato, attraverso il loro lavoro decennale.
In Mali sono famosi già dal 2004, anno in cui iniziano una collaborazione con Manu Chao culminata con la registrazione di quest’album.
Raccontano di aver dato vita alle loro creazioni musicali di notte, a Bamako, sulla terrazza della casa di Sam; c’era una regola sola: “Non si tocca quello che succede in terrazza”. E così, mescolando il rap internazionale alle atmosfere africane più tipiche, fanno interagire tematiche sociali scottanti riguardanti la realtà che vivono preservando sempre il patrimonio musicale tradizionale dei “padri”.

Se non fosse che la produzione di Manu Chao in molti brani diventa preponderante, questo disco sarebbe davvero interessante.
Nettissima è la differenza fra le tracce in cui la chitarra di Sam allaccia con toni armonici e delicati testi e cori, e le altre in cui – a tratti – sembra di sentire solo Manu Chao.

Pro

Contro

Scroll To Top