Home > Recensioni > Sodom: In War And Pieces
  • Sodom: In War And Pieces

    Sodom

    Data di uscita: 24-11-2010

    Loudvision:
    Lettori:

Pieces and love!

Non è importante conoscere vita, morte e miracoli dei Sodom.
Basta, forse, sapere che dall’esordio nel 1981 come dei carri armati si sono fatti strada, mietendo successi, accattivandosi masse e conquistando con tutta la forza disponibile i cuori della gente.
Ma si può osare, anche, ascoltare “In War and Piecies”, senza pretesti: come una granata il trio tedesco esplode in faccia alla prima nota, confermando ancora il loro dominio sulla scena thrash.

È quasi impossibile non farsi coinvolgere, specie per l’ammiccante sound secco e freddo, composto da massicci ritmi esagerati, pesanti e belli corposi… cattivi al punto giusto, senza esclusione di colpi!

Superando l’intro alla Rage, l’album si presta benissimo a monopolizzare il cervello.
Certo i suoni non sono moderni, anzi, ma come le più belle tradizioni si fanno ascoltare dando subito una diffusa sensazione di pace e tranquillità.
Nessun commento può valere di più che trovarsi ad ascoltarlo dimenticandosi degli impegni della logorante vita moderna!

L’unico problema è che questa esperienza porta a selezionare gli ascolti prediligendo band tedesche… d’obbligo iniziare con i Kreator!

Pro

Contro

Scroll To Top