Home > Recensioni > Sodom: Lords Of Depravity pt.1
  • Sodom: Lords Of Depravity pt.1

    Sodom

    Loudvision:
    Lettori:

Napalm in the morning!

Mancavano all’appello… ora sono giunti anche i Sodom a deliziare i nostri palati con un doppio DVD!
Il primo dei due (“Historical Depravity”) ripercorre la storia della band dal 1982 al 1995 attraverso footage vario (live, behind-the-scenes, etc). Narratore della storia è principalmente lo storico leader Tom Angelripper, coadiuvato da vari ex-membri, componenti di altre band, personale della casa discografica e addetti al merchandising, che raccontano aneddoti vari mentre scorrono immagini di repertorio (geniali quelle dei Sodom da ragazzini, completamente ricoperti di pelle e metallo vario, che si lanciano in pose impossibili per apparire più “true & evil” possibile).
Il secondo DVD (“Live Depravity”) invece raccoglie materiale live proveniente da vari concerti, tra cui la memorabile esibizione a Wacken 2001, in cui i Sodom hanno messo a ferro e fuoco lo stage: un’occhiata alla tracklist basterebbe a far venire la bava ai fan quasi come dei cani di Pavlov! Se il fatto che i Sodom fossero delle vere e proprie war-machine venisse messo in discussione, basterebbero 10 minuti di questo DVD per far cambiare idea: la violenza e l’efferatezza con cui suonano certi brani riuscirebbe a far venire la pelle d’oca a un reduce del Vietnam; di contro, l’ironia che contraddistingue il frontman riesce a strappare più di una risata (soprattutto nella scena della bambola gonfiabile data in pasto ai metalhead) e rende godibilissime le due ore e passa che costituiscono “Live Depravity” (la cui forse unica pecca è la mancanza della geniale “Fuck The Police”).
Tirando le somme, il lavoro dei Sodom è encomiabile: tra i due DVD si hanno più di 4 ore di materiale che faranno sicuramente la gioia dei fan, anche per la qualità di ciò che viene proposto.

Scroll To Top