Home > Report Live > Soul incontenibile

Soul incontenibile

Accolta da palloncini colorati, Nina Zilli si è esibita sul palco dell’Orion Red Stage insieme alla Smoke Orchestra per la sua tournée estiva, scegliendo per la seconda volta la location di Capannelle ed il Postepay Rock in Roma. Dopo una piccola intro delle sue “troie”, Nina Zilli ha travolto subito il pubblico sulle note di “Per Le Strade”, la prima canzone del suo ultimo album.

Avvolta come sempre in un abito della stilista Vivienne Westwood, il concerto si trasforma in un continuo scambio di emozioni tra la cantante ed il pubblico, soprattutto con le canzoni che l’hanno portata al successo fra cui “50mila”, e le sanremesi “L’uomo Che Amava Le Donne” e “Per Sempre”. Sorprende e fa divertire tutti quando quasi non riesce a contenere il fiume di energia che vuole trasmettere e a modo suo abbraccia il pubblico durante “L’Amore Verrà” togliendosi i vertiginosi tacchi rosso scarlatto per correre più volte lungo tutto il palco.

Canta successi di Fred Buscaglione, Mina, Etta James, Nina Simone, comunicando la sua forte passione per la black music, elemento costante dei suoi concerti perché ci tiene a ricordare quali siano le sue radici: Nina Zilli nasce in un contesto sixties ed è imprescindibile per lei omaggiare i suoi miti durante i live.

Passa in rassegna le canzoni più belle dell’album precedente alternandole a quelle più recenti, come sempre dedica “Penelope” alle donne, “Tutto Bene” alle giovani generazioni e ricorda la sua collaborazione con Carmen Consoli nel brano “Un’Altra Estate”. Delirio totale con “L’Amore È Femmina”, presentata all’Eurovision Song Contest, che forse in tanti avrebbero voluto sentire anche nella versione inglese “Out Of Love” che la sta facendo conoscere ed apprezzare in tutta Europa.

Rapido cambio d’abito prima di proseguire la serata con “La Casa Sull’Albero”, passando a tonalità più calde, proprio come la serata che tanti fans avrebbero voluto non finisse mai. E si congeda dal pubblico con un particolarissimo scambio di inchini, ricordando che «L’unica cosa che è davvero importante nella vita è la vita stessa, dimentichiamoci il superfluo e viviamo davvero, stay soul!»

“Per Le Strade”
“L’Inverno All’Improvviso”
“Never Never Never”
“Piangono Le Viole”
“50mila”
“L’Inferno”
“L’Amore È Femmina”
“Anna”
“Per Sempre”
“No Pressure”
“L’Amore Verrà”
“Tutto Bene”
“Non Qui”
“La Felicità”
“At Last”
“Penelope”
“Che Bella Cosa Sei”
“Un’Altra Estate”
“Bacio D’A(d)dio”
“L’uomo Che Amava Le Donne”
“La Casa Sull’Albero”
“Lasciatemi Dormire”
“Be My Baby”
“Ain’t Got No (I Got Life)”

Scroll To Top