Home > Recensioni > Soul Of Steel: Destiny

Esordio dolceamaro

I Soul of Steel sono di Taranto, sono in attività dal 2007 e suonano power metal. Aggiungiamo che alla realizzazione di “Destiny” hanno preso parte nomi più che noti, come Roberto Tiranti per dirne una, e già dovremmo pensare a questa band come a qualcosa di più rispetto ai tipici e inflazionati gruppi-fotocopia che imitano (spesso malamente) i soliti Stratovarius, Symphony X e via dicendo…

Peccato che le buone premesse crollino miseramente: accanto a buone idee (ma molto anni ’90), complessivamente il disco non decolla, rimane statico e denso di cliché. Non che sia un cattivo lavoro, ma stenta davvero a distinguersi da tutti gli altri e non propone effettivamente niente di nuovo.

Peccato, poteva essere qualcosa di meraviglioso, ma ha finito per restare su un livello mediocre. Peccato anche perché i Soul of Steel hanno la stoffa per fare cose bellissime, hanno punti di forza che potrebbero sviluppare meglio, forse è mancato loro un pizzico di coraggio per buttarsi e non pensare troppo.
Ora che il ghiaccio è rotto aspettiamo che facciano vedere davvero quello che sanno fare!

Pro

Contro

Scroll To Top