Home > Recensioni > Spit Like This: We Won’t Hurt You (But We Won’t Go Away)
  • Spit Like This: We Won’t Hurt You (But We Won’t Go Away)

    Spit Like This

    Loudvision:
    Lettori:

Uno sputo come questo

Ecco una band che, attiva da quasi dieci anni e costruitasi una certa fama grazie a demo, mini-cd e split, arriva al full length tanto agognato… e partorisce una porcheria!

La pseudo punk band inglese offre 14 brani senza né capo né coda che pescano a piene mani da ogni stagno musicale, ma tenendo le dita aperte. “Dead Girl Walking”, “Heart Thief” e le altre song fanno il verso al punk dei Misfits, al surf alla Splatcats, al glam anni ’70 ed al pop grottesco dei Soft Cell senza avere la genuinità di nessuno di essi.

Unica nota positiva, ma in realtà dolceamara, la voce di Lord Zion, a volte gradevole e personale a volte insopportabile, ma proprio per questo quasi sempre inconfondibile.

Album difficilissimo da digerire ed ascoltare tutto d’un fiato nonostante la semplicità della proposta. Gigionesco, irritante, a tratti quasi piacevole, spesso molto tedioso, o peggio indifferente.
It won’t hurt you but it won’t stay… In definitiva niente di che.

Pro

Contro

Scroll To Top