Home > Recensioni > Stalker: Hai più di un’ombra
  • Stalker: Hai più di un’ombra

    Massive Arts Records / none

    Data di uscita: 18-03-2016

    Loudvision:
    Lettori:

E’ uscito il 18 marzo il progetto di esordio degli STALKER. “Hai Più Di Un’Ombra” è un progetto dalle influenze più disparate che affonda le radici nella scena punk-hardcore meneghina in cui militavano i due fondatori della band – Fede “Vesu” Valsecchi e Fabrizio “Bicio” Grenghi per poi allargare lo spettro di genere ad esplosioni pop e inserti di elettronica contemporanea.

L’ album crea un perfetto mix di generi che vanno dallo stoner rock, hardcore punk, fino al pop, creando un lavoro capace di abbracciare un pubblico molto vasto. Lo stesso Vesu nel comunicato stampa dice: «Abbiamo cercato una formula musicale che potesse essere accessibile non solo a chi apprezza i generi alternativi, ma anche ad un ascoltatore abituato all’airplay italiano. Con 7 note e 21 lettere dell’alfabeto si accede ad infinite combinazioni e tra queste abbiamo cercato di dare vita a canzoni che oltrepassassero quei confini di genere probabilmente obsoleti nel Terzo Millennio».
I testi descrivono ricordi, stati d’animo, paranoie, amori passati e presenti, rimorsi, rabbia e desideri. Alcuni concetti sono espressi in chiave volutamente ironica e col dono di restare comprensibili.E’ stato registrato nel maggio del 2013 negli studi Massive Arts di Milano.

Il primo pezzo è Stalker, che introduce al disco con un drumming concreto e movimentato ma non velocissimo, e con suoni indie. Il pezzo, ricco di chitarre, fa registrare diversi cambi di ritmo. Seduzione incontrollata incorpora sensazioni vintage, sempre senza staccare il piede dall’acceleratore. Rapide e acide Velenosa e Porno. Io… Non Mi Diverto… al contrario alza il ritmo in maniera consistente e sfiora l’hardcore, sorretta da un drumming molto rapido e da chitarre sempre più rumorose.

La finale Viceversa è l’ulteriore freccia nell’arco degli Stalker, di cui vorremmo valutare la bontà dal vivo. Buona la prima!

 

 

Pro

Contro

Scroll To Top