Home > Interviste > Strapping Young Lad: Eterni sbagliati ritorni

Strapping Young Lad: Eterni sbagliati ritorni

Interessante scambio di opinioni con un disponibilissimo Jed Simon, chitarrista degli Strapping Young Lad e degli Zimmer’s Hole. Persona alla mano, relativamente semplice e chiara come l’acqua. Parole utili spese per chiarire concetti importanti relativi al nuovo parto degli Strapping Young Lad, quel “SYL” che (mi) ha sinceramente lasciato l’amaro in bocca e che farà parlare di sé. Poche parole da parte mia ed un invito a leggere quanto sotto riportato, ma soprattutto ad ascoltare il nuovo album degli Strapping Young Lad senza troppi condizionamenti di sorta. Come dire, leggere e mettere (d)a parte. Lasciate tutto alle vostre orecchie ed al vostro cuore – al solito.

Prima di tutto, lasciami dire che sono un vostro grand fan ed ho semplicemente speso ore e lacrime sul vostro “City”. Ma, proprio per questo, sono un po’ deluso dal solo fatto che abbiate pensato ad un nuovo capitolo dei SYL (anche se so che molta gente vi dirà la stessa cosa). Voglio dire, immagino che per molti fans quell’album sarà un masterpiece, una cosa da non toccare. Dunque, come mai tu e Devin avete deciso di ritornare al sound ed al monicker degli Strapping Young Lad? Cosa ti aspetti dal nuovo album? Hai paura delle reazioni dei fans e/o non te ne importa nulla?
Non me ne frega un cazzo di niente di quello che gli altri pensano… davvero. Facciamo tutto ciò per noi prima di tutto, poi per tutti gli altri. Non voglio essere unio stronzo in questo modo, ma questo è ciò che pensiamo e credo che la maggior parte dei musicisti sarebbe d’accordo. Non abbiamo provato a copiare City, abbiamo soltanto fatto ciò che ci sentivamo in questo momento. City è Davin… il nuovo rappresenta noi tutti. Siamo divenuti una discreto gruppo negli ultimi sei anni e quest’album riflette dove siamo arrivati come band. Cosa ci aspettiamo dal nuovo disco? We expect to rule!! ha!

Dai primi ascolti è chiaro che la produzione è molto più professionale di quanto fosse nel precedente lavoro. Chi se n’è occupato? Anche il suono delle chitarre è molto più pulito, ne sei soddisfatto?
Abbiamo tutti quanto partecipato alla produzione con Devin a capo. Sì, siamo MOLTO contenti del sound… è grande! Grazie per i complimenti sulla chitarra… ho suonato tutte le chitarre ritmiche sull’album ed ho cercato di fare del mio meglio. Credo che suonino fottutamente cattive… a parte tutto, lo amiamo!

City era in qualche modo “rumore” ed espressione di sensazioni, è di nuovo così ora? Io ho avuto l’impressione che SYL sia molto più metal e razionale, è così?
Sì, è proprio così! Siamo una metal band, senza dubbio, e volevamo rappresentare come siamo noi dal vivo, perciò… abbiamo fatto quello che sappiamo fare meglio… storming fucking metal!

Cosa mi dici dei testi? È tutto un lavoro di Devin?
No, ancora una volta ci siamo suddivisi ogni aspetto della creazione di quest’album, un vero lavoro di squadra. Abbiamo tutti dato le nostre idee sui testi e Dev le ha ordinate e messe insieme. Per la maggior parte si tratta di temi riguardanti la guerra e la battaglia, sai, volevamo che questo fosse un disco da battaglia.

Cosa stai ascoltando in questo periodo? Qualche nuova band di cui ci vuoi parlare?
The Haunted!!! Their new album fucking rules!!! Anche il nuovo dei Defecation è incredibile! Provalo! Sto anche lavorando sodo sul mio materiale, si chiama Tenet ed uscirà quest’anno, non appena ho un po’ di tempo per registrare tra un tour dei SYL e l’altro… si tratta di old school thrash/grind. Il sito è e sarà online non appena l’album uscirà.
[PAGEBREAK] Avete preparato qualche cover? Voglio dire, tipo Cop Shoot Cop “Room 429″, una delle vostre canzoni più famose. Quali cover vi piacerebbe suonare un giorno?
Questa è una domanda difficile, dato che ci piace così tanta roba diversa… sarebbe bello se potessimo fare un album intero di cover! Ma, ancora una volta, ho gli Zimmer’s Hole per farlo!! ha ha!

Cosa mi dici degli Zimmer’s Hole? Saranno accantonati in favore del nuovo album dei SYL o andrai avanti con loro? Come ti senti con i differenti aspetti di queste due bands? Credi ci siano corrispondenze o opposizioni?
Attualmente gli Zimmer’s Hole sono più forti che mai… ho già circa dieci canzoni scritte e non appena finiremo di mettere a punto il nuovo contratto, andremo in studio a registrare. Gli ZH apriranno il tour europeo dei SYL! Yeah baby!!! Queste due band lavorano incredibilmente bene insieme perché sono così diverse… si nutrono l’una dell’altra ed alla fine non rimane nient’altro che divertimento!

Sembri divertirti parecchio a fare il tuo lavoro, ci puoi raccontare qualche episodio curioso o divertente della vostra vita come band?
Be’, tutti abbiamo un lato serio ed uno divertente… comunque ci diverte quello che facciamo, altrimenti non lo faremmo! Ci sono così tanti episodi che potrei prendere e raccontarti… ci sono momenti piacevoli ed altri meno piacevoli, ma in ogni caso noi ci ridiamo su ed andiamo avanti, qualsiasi cosa sia! Questo è ciò che si dice fratellanza…

Cosa ci dici del nuovo tour? Vi stiamo aspettando!!!
Abbiamo appena terminato un tour americano con Napalm Death, Nile e Dark Tranquillity… è stato distruttivo! Probabilmente già sai che saremo in Europa il prossimo mese con Zinner’s Hole/SYL e la band di Devin Townsend, quindi torneremo negli States per un nuovo tour con i Meshuggah! Poi… vedremo cosa accadrà, ci sono così tante cose da fare! Thrash ’till Vapor!!!

Scroll To Top