Home > Report Live > Subsonica in concerto al Rock in Roma 2015, report live e scaletta

Subsonica in concerto al Rock in Roma 2015, report live e scaletta

Il 20 luglio è il turno dei  Subsonica di calcare il palco del Rock in Roma 2015, dopo il recente concerto dei Muse di due giorni fa.

Probabilmente anche a causa della promozione del principale e storico partner del  Rock in Roma, Postepay, che ha regalato il biglietto ai possessori della carta, all’Ippodromo delle Capannelle c’è un pubblico molto numeroso ad attendere i subsonici.

Allo scadere delle 21:45, ora di inizio prevista del concerto, già si levano dalla folla a intervalli regolari fischi e urla per richiamare la band torinese sul palco. Solo alle 22:30 circa i Subsonica iniziano la loro performance mandando subito i fan su di giri con uno dei loro pezzi storici, “Colpo Di Pistola”, tratto dal disco che a loro dire non sono riusciti a bissare, “Microchip Emozionale”.

Dopo un ritorno ai Subsonica di oggi con “Lazzaro”, Samuel dà il benvenuto ai presenti e introduce il brano successivo dicendo quanto sia bello ritrovarsi tutti insieme all’aperto e quanto sarebbe bello trasformare il posto in una discoteca labirinto con “Glaciazione”. I numerosi che si aspettavano invece la canzone citata dal cantante non restano delusi a lungo perché a seguire arriva proprio “Disco Labirinto”.

Il salto nel passato continua con “Nuvole Rapide” e “Nuova Ossessione” e, dopo l’amatissima cover di “Up Patriots to Arms” di Battiato, si torna a Una Nave In Una Foresta.

A questo punto del concerto risulta evidente che pur essendo il pubblico di età eterogenea e non mancando persone che avranno avuto tre anni o poco più quando questi dischi dei Subsonica sono usciti, nessuna delle canzoni dell’ultimo disco è riuscita a spodestare dal trono i vecchi successi nel cuore dei fan.

Altra cosa evidente è che i Subsonica sono una delle migliori band italiane da vedere live: nonostante il caldo soffocante e con un pubblico abbastanza cospicuo sono riusciti a coinvolgere l’intero Ippodromo. Che si tratti di saltare, di battere la mani o di cantare al posto di Samuel, pochi si sottraggono ai compiti richiesti, grazie a una grande energia che viene dal palco dove i Subosinica tutto fanno tranne che risparmiarsi.

Per chiudere il concerto Samuel, Boosta e soci scelgono “Tutti I Miei Sbagli”, ma come spiegano loro stessi, vogliono proporla senza elettronica, semplicemente come canzone.

Ed è proprio così che salutano il loro pubblico, che accaldato e sudaticcio conclude cantando la canzone più o meno per intero.

Non resta altro da fare che seguire Boosta nel suo dj set ed aspettare il prossimo concerto.

 

La scaletta dei Subsonica al Rock in Roma 2015:

Colpo di pistola

Lazzaro

Attacca il panico

La glaciazione

Disco Labirinto

Nuvole rapide

Nuova ossessione

Up Patriots to Arms (Franco Battiato cover)

Una nave in una foresta

I cerchi degli alberi

Di domenica

 

Strade

Specchio

Veleno

Depre

Liberi tutti

Il diluvio

L’errore

Piombo

Benzina Ogoshi

Io sto bene (CCCP cover)

Preso blu

L’odore

Tutti i miei sbagli

Scroll To Top