Home > Report Live > Sultan Bathery: Il live al Clash Club di Bergamo

Sultan Bathery: Il live al Clash Club di Bergamo

Continuano gli appuntamenti con la musica live al Clash Club di Bergamo. Dopo il live esplosivo dei The Cyborgs (cosa era successo lo trovate qui), questa sera è il turno dei vicentini Sultan Bathery.

I Sultan Bathery sono un trio di musica garage, che hanno all’attivo un Ep “FireWorx” e hanno pubblicato qualche mese fa il disco d’esordio “Sultan Bathery” per la famosa etichetta americana Slovenly Recordings. Nonostante la giovane età, hanno riscosso un notevole interesse in America, dove hanno collezionato numerose date in giro per le città americane e hanno affiancato in alcune occasioni gli americani Black Lips.

Ci sono tutte le premesse per una bella serata. I ragazzi vicentini prendono posto sul palco e imbracciano gli strumenti.

Il nome della band nasce da un viaggio che alcuni membri hanno fatto in India, tornando con tante esperienze nuove ed un nome per la band. Per ricreare quelle atmosfere magiche, vengono usati alcuni accorgimenti interessanti: alcune lampade led illuminano dal basso creando dei bellissimi effetti visivi, un palla da discoteca davanti alla batteria emette luci psichedeliche e la macchina del fumo sbuffa come se non ci fosse un domani.

Il risultato di questi accorgimenti produce un effetto scenico molto interessante e quando il fumo avvolge completamente la sala, ci si perde dentro un labirinto di note. Quello che esce dagli amplificatori è un sound energico e serrato, con una sezione ritmica coinvolgente e riff di chitarra taglienti. Il testo delle canzoni si perde però, cannibalizzato dal suono degli altri strumenti.

Brani come “Satellite” e “Purple Moon” dimostrano tutto il potenziale della band: riff di chitarra e momenti di pura psichedelia, come quelli suggeriti dalla copertina del disco.

Canzoni come queste hanno bisogno di tanta energia per funzionare. Non solo quella che ci mettono i tre ragazzi sul palco, ma anche quella delle persone che li stanno ascoltando. Purtroppo il pubblico questa sera si dimostra abbastanza freddo e questo scambio virtuoso di energia non si produce. Forse per questo motivo, il live sembra sempre sul punto di accendersi, ma poi rimanere ingolfato.

Peccato per i Sultan Bathery, ma la strada è quella giusta. Sono sicuro che avranno altre occasioni per accendere la miccia e fare esplodere la sala intera.

Rimanete collegati per le prossime date del Clash Club.

 

 

 

Scroll To Top