Home > Recensioni > Tanlines: Volume On
  • Tanlines: Volume On

    Tanlines

    Loudvision:
    Lettori:

Electro-pop gradevolmente coinvolgente

Debutto per questo interessante electro-duo newyorkese che ha raccolto in questo album tutto quando prodotto finora ma mai pubblicato. Appena trovata un’etichetta (la Warp in questo caso) questi simpatici tizi non hanno esitato a editare un bel doppio disco (questo però sotto etichetta Pias, la Warp ha curato esclusivamente il management del gruppo).

Atmosfere danzerecce vicine a Animal Collective, Safari Duo e Royksopp mettono una certa allegria anche in un giorno invernale. Il beat è continuamente incalzante, lo scopo del disco non è altro che quello di intrattenere senza troppe pretese e qui vi si riesce senza problemi. Musica diretta, elettronica ben fatta e poco sofisticata che ci riscalda anche a dicembre inoltrato.

Al termine dell’album sembra di trovarsi davanti ad una band sudamericana. Andando a leggere la biografia invece si scopre che questo duo proviene dal nord dell’America, e non dal sud. Soprattutto “Real Life” e “Bees” hanno quel tocco e quel ritmo che ci fa immaginare delle belle brasiliane che sculettano in gonnellina in spiaggia.
“Z” è un synth-pop ben fatto che ci riporta ai Depeche Mode degli esordi, con l’inserimento di cori leggerissimi ma altamente ipnotici e coinvolgenti. Il secondo CD non è altro che una raccolta di alternative-version o di remix. Un disco di gradevole intrattenimento, ben suonato e ben prodotto.

Pro

Contro

Scroll To Top