Home > Report Live > Teho Teardo ed Elio Germano a Villa Ada 2015: Viaggio al Termine della Notte

Teho Teardo ed Elio Germano a Villa Ada 2015: Viaggio al Termine della Notte

Il palco del Villa Ada-Roma Incontra il Mondo ieri sera, 17 Luglio 2015, è stato il teatro di due grandi artisti: Teho Teardo ed Elio Germano.

I due hanno unito i loro talenti, musicale e compositivo da una parte e teatrale dall’altra, per presentare il loro spettacolo :”Viaggio al Termine della Notte”, rilettura dell’omonimo romanzo di Louis-Ferdinand Céline.

Il capolavoro letterario del 1939 racconta una storia di guerra, la prima a coinvolgere le più grandi nazioni del globo, e la vita di Ferdinand Bardamu, un giovane francese che decide di arruolarsi volontario e partire verso il fronte.

Elio Germano ha interpretato Ferdinand e alcuni personaggi da lui incontrati nel corso della guerra, alternando diversi effetti vocali a più microfoni. I profondi dubbi legati all’arruolamento, le riflessioni sulla guerra e la desolazione che comporta, il pensiero tormentoso della morte, sono emersi vividi, coinvolgenti e sinceri nel corso dei numerosi monologhi; a tratti folgoranti. Ciò, ha confermato la bravura, la versatilità e l’esperienza di un attore del calibro di Elio Germano.

La composizione musicale di Teho Teardo si può intendere come una vera e propria colonna sonora di “Viaggio al Termine di una Notte”. Le sonorità tipiche del compositore sono una mescolanza, un incontro, di musica classica ed orchestrale e avanguardia elettronica. Teho Teardo ha composto le atmosfere intrecciando le note musicali alle letture, mischiandone i confini sensibili. Un vero sperimentatore che ha evocato la guerra utilizzando strumenti a corde classici e melodie futuriste suonate con sintetizzatori e batterie elettroniche.

Il musicista friulano non è nuovo alle composizione di colonne sonore; può annoverare tra i suoi lavori le musiche di “Diaz (Don’tClean Up This Blood)”, “Il Divo”, “L’amico di Famiglia”.
A impreziosire l’esecuzione dal vivo hanno partecipato anche Stefano Azzolina alla viola, Vanessa Cremaschi ed Elena De Stabileal violino, Livia De Romanis e Martina Bertoni al violoncello.

Il lavoro complesso di trasporre il romanzo letterario in musica e parole è stato sapientemente realizzato dagli artisti che sono riusciti a creare uno spettacolo fortemente coinvolgente. L’espressività delle letture e la bellezza delle composizioni musicali hanno continuamente mantenuto alta l’attenzione dell’ascoltatore alternandosi e unendosi in un connubio unico di musica e letteratura; senza mai lasciare in secondo piano il romanzo e le sue vicende di guerra. Peccato sia durato poco più di un’ora perché il pubblico, a giudicare dagli applausi, ne avrebbe voluto ancora un po’ di più.

Scroll To Top