Home > Recensioni > Teresa De Sio: Teresa canta Pino
  • Teresa De Sio: Teresa canta Pino

    So Far Away / universal

    Data di uscita: 13-01-2017

    Loudvision:
    Lettori:

E’ uscito venerdì 13 gennaioTERESA CANTA PINO”, prodotto da Sosia&Pistoia e Teresa De Sio, distribuito da Universal Music, il nuovo progetto discografico della De Sio, il suo atto di devozione a Pino Daniele.

La De Sio cerca con questa selezione musicale di ricordare Pino Daniele, tentando di non stravolgere del tutto i pezzi scritti dal Re Partenopeo. La partenza con “o’ scarrafone” però lascerebbe presagire il contrario, infatti l’influenza musicale della De Sio, che stravolge a tratti il brano, è preponderante. A partire dai brani successivi la “musica cambia” per tornare all’originalità, il tred union è il mantenimento della stessa poesia ed emotività che solo la musica di Pino Daniele riesce a trasmettere. Una dolce sorpresa la scopriamo ascoltando “quanno chiove”, nella parte finale si rincorrono le voci di Pino e De Sio creando un duetto molto armonico che scatena nell’ascoltatore una intensa emozione nel rivivere il ricordo del Re. Altra nota di merito va al brano originale, l’inedito scritto dalla De Sio, unico contenuto in questo album tributo di cover, “’O jammone”, in cui l’autrice ricorda la persona, il suo vero amico e il grande chitarrista che è stato il cantautore napoletano, ricordando la sua bravura nei versi finali “a parlà parlava poco, è overo, ma ‘faccia a cantà nunn ‘o faceva fesso nisciuno e chella chitarra po’, tenev dint’ ‘e dete ‘o zucchero”.

Ma di certo non potevano mancare le collaborazioni, due ed importanti: Niccolò Fabi, voce nel brano “Un angolo di cielo” e il coro dei ragazzi dell’Istituto Melissa Bassi di Scampia, protagonista in “Napul’è”, perchè questa canzone – come sostiene la stessa De Sio – appartiene a tutti, è un inno, e come tutti gli inni non va cantata da una sola voce. Ma quando si ascolta Pino non si può mai essere soli, c’è sempre il sottofondo del calore di una intera città ad accompagnare le sue canzoni ed entrare prepotentemente nelle menti dell’ascoltatore. Ancora una volta “Ciao Pinù”!

Pro

Contro

Scroll To Top