Home > Recensioni > Thao & The Get Down Stay Down: We The Common

I veri politici moderati

Non avevamo dubbi che il trio che si cela sotto il nome di Thao & The Get Down Stay Down fosse capace in materia di musica. “We The Common”, di fatto, è la semplice conferma che il dubbio non sussiste.

Potremmo chiamarlo il disco dell’età adulta, se siete d’accordo.
Basta con gli arpeggini di chitarra folk a sé stanti e liriche sentimentali, è arrivato il momento di protestare davanti ai palazzi pubblici con testi più forti e impegnati politicamente che mai.
Non significa che Thao inneggi alla violenza contro il potere usato male, anzi: questo LP è un cocktail perfettamente emulsionato di equilibrio, intelligenza ed energia positiva.

Il rock alternativo suggellato dal folk persiste, ma con un senso di “bene per la cittadinanza”.
La stessa Thao disse che questo lavoro derivava dal sentimento d’appartenenza alla comunità alla quale ora contribuisce, il common di cui parla il titolo medesimo.
Benissimo la partecipazione dell’arpista Joanna Newsom in “Kindness Be Conceived”, mentre “Every Body” incanta.

Pro

Contro

Scroll To Top