Home > Recensioni > The Bankrobber: Indifferente
  • The Bankrobber: Indifferente

    The Bankrobber

    Data di uscita: 01-01-2011

    Loudvision:
    Lettori:

Energia

Continua la discografia di EP dei trentini Bankrobber, dopo il positivo “Rob The Bank“. Anche qui, come nel già citato predecessore, i giovinotti si sono avvalsi della collaborazione di Enrico Ruggeri che ha scritto il testo di “Funerale Di Un Automa”.

Brani tirati, gradevoli ma non banali. Peccato per la durata, inevitabilmente breve con solo tre brani in scaletta (a meno che non ti chiami Explosions In The Sky, allora in quel caso puoi fare anche un solo brano da 15 minuti – ma non è questo il caso.).
Rock’n’roll sbarazzino che ha il suo apice nella chiusura “I Wanna Wake Up”, unico pezzo inglese tra i tre molto allegro dalla ritmica incalzante e divertente. Bravi.

Purtroppo il voto scende rispetto al precedente EP per la penuria di pezzi. Qualitativamente siamo sullo stesso livello, anche i testi risultano molto interessanti, ma “Rob The Bank” (EP da cinque pezzi) era tutta un’altra cosa, soprattutto più completo. Non ce ne vogliano i quattro giovani se siamo scesi di valutazione, ma il fatto è estremamente legato al numero dei brani in scaletta. Tre pezzi sono molto difficili da giudicare in maniera complessiva e analitica. Però ci troviamo davanti ad un EP gradevole, ben suonato e con la doppia voce maschile/femminile ben inserita nell’impianto strumentale e “Indifferente” è un singolo molto radio-friendly, il che non guasta mai.
Sì, ci piacciono. Però ora sotto col disco.

Pro

Contro

Scroll To Top