Home > Recensioni > The Bloody Beetroots: The Best Of… Remixes

Radici o foglie?

Sir Bob Cornelius Rifo è un acclamato dj – pensate un po’ – italiano, il quale insieme al compare Tommy Tea da qualche anno a questa parte smuove le piste da ballo con la dance music fatta in casa (studio, che dir si voglia) genuinamente.

Stavolta si tratta di un album di remix che va a colpire brani appartenenti alle scalette di Goose, Robyn, The Whip e tanti altri, lasciando ben poco all’immaginazione.

Ritmi martellanti generati da sintetizzatori e campionatori si intrecciano alle canzoni degli artisti internazionali, suscitando come effetto la locomozione dei frequentatori di club e/o discoteche.

Un LP composto da soli remix, senza novità o inediti, potrebbe risultare noioso a chi già conosce il duo o anche solo le canzoni riproposte. Queste ultime sono gli unici elementi a donare un leggero velo di umanità a un disco che altrimenti sarebbe a dir poco scarno.

Pro

Contro

Scroll To Top