Home > Recensioni > The Brilliants At Breakfast: Romy’s Garden

Correlati

Only dull people are brilliant at breakfast

Romy’s Garden, edito per la Seahorse Recordings, è il debutto dei The Brilliants At Breakfast, band palermitana che si muove fra le maglie del post-rock, dello shoegaze con momenti fortemente psichedelici, le costruzioni dei pezzi sono quelle care ai Mogwai post “Come On Die Young” con l’aggiunta intelligente di linee vocali semplici ma efficaci. Oltre al bel singolo “Jules & Jim” e la muscolare “Te Flow”, è curiosa “O.L.S.” che all’inizio sembra uscita da “A Saucerful Of Secrets” per poi lasciarsi andare a una melodia conciliante fra Explosions in The Sky e Radiohead.

The Brilliants At Breakfast ci sanno fare, grazie al cielo hanno la capacità di non rientrare totalmente negli stereotipi del gruppo post-rock, anche se di tanto in tanto ci cascano anche loro, come nei crescendo, telefonati e consunti dall’uso di milioni di band. La nostra impressione è che il disco raggiunga alti vertici quando il gruppo si tuffa nella psichedelia o, alternativamente, crei un muro di chitarre di stampo shoegaze.

Pro

Contro

Scroll To Top