Home > Recensioni > The Chelsea Smiles: The Chelsea Smiles
  • The Chelsea Smiles: The Chelsea Smiles

    The Chelsea Smiles

    Data di uscita: 23-03-2009

    Loudvision:
    Lettori:

Chelsea B. Good

Hard rock n’roll puro e sciolto, tipicamente british, che sa di pub e di birra londinese.
È questo il ricettario dei Chelsea Smiles che, dopo il debutto “Thirty Six Hours Later” e lo split del chitarrista/vocalist Skyw Vaughan Jayne, subito sostituito da RJ Ronquillo, hanno inteso ripetere la formula di due anni fa. Nomi ancora ignoti, quelli dei quattro ragazzi, tra i quali spicca solo il chitarrista Todd Youth, già militante con Danzing e, per una breve parentesi on stage, con i Motorhead.

L’essenziale sleazy rock dei Chelsea Smiles si sposa, nell’interessantissima apertura, con divagazioni elettroniche, che interagiscono alla perfezione con i cori: un elemento di personalizzazione, questo, che tuttavia viene subito abbandonato nelle successive tracce, per ritornare su binari più canonici, sino alla banalissima ballata conclusiva.

Con rimandi ai New York Dolls e Backyard Babies, l’approccio energico e ruvido dei britannici trova, nell’esibizione live, il suo naturale sbocco. E, ciò nonostante, l’album si ascolta piacevolmente anche nel lettore di casa, merito soprattutto delle funamboliche esibizioni delle sei corde.
Per darvene un’idea, ricorreremo ad un esempio a tutti noto. Ricordate l’indimenticabile versione di “Johnny B. Good”, suonata da Michael J. Fox nella scena finale di “Ritorno Al Futuro”?
Ecco cosa potrete aspettarvi da quest’album.

Scroll To Top