Home > Recensioni > The Crazy Crazy World Of Mr. Rubik: Urna Elettorale

La crisi al tempo dei Mr. Rubik

“Urna Elettorale” è il secondo lavoro del trio bolognese Ciampichetti-Dicembrio-Orzes, a 3 anni di distanza da “Are You Crazy Or Crazy Crazy?”. Questo secondo disco è essenzialmente un concept-album sul momento attuale dell’Italia, sulla crisi, sia economica che di fiducia nelle istituzioni e nel futuro che ci si prospetta piuttosto tenebroso. Tenebroso come le sonorità di queste 8 tracce, a metà tra una new wave grintosa e un rock etnico cupo e intrigante. Mezz’ora per 8 brani contorti e cervellotici che non faranno altro che immedesimarci ancora di più nell’intricata e critica situazione in cui ci troviamo ormai da qualche anno.

La copertina è stata scattata in quel di Napoli proprio dalla band, nel pieno dell’emergenza rifiuti. Quindi, nulla di meglio di una copertina simile per un concept sulla disatrata situazione nostrana. Le influenze dei CCCP si sentono sin dall’apertura “Sebele”, e per omaggiare la band di Lindo Ferretti i tre bolognesi hanno inserito in scaletta un’ottima cover di “Live In Punkow”. “Urna Elettorale”, la title-track, ha un’intro elettronica che ci riporta agli ultimi Radiohead, per poi sfociare in una introspettività dark piuttosto originale. Il bello di questa band è che sono talmente alt-rock da essere paragonati a ben pochi altri gruppi. Seconda prova superata.

Pro

Contro

Scroll To Top