Home > Recensioni > The Crooks: Atomic Rock
  • The Crooks: Atomic Rock

    The Crooks

    Data di uscita: 09-10-2012

    Loudvision:
    Lettori:

È più atomico Fermi

I Crooks sono un quartetto punk rock del vecchio ordinamento e proveniente dalla grigia città meneghina.
Il suo amore per gli anni Settanta, per i primi movimenti punk newyorkesi e l’ammirazione per l’hardcore (all’epoca in cui era appena nato) si percepiscono immediatamente.

“Atomic Rock”, di fatto, è un album composto da dieci tracce- tredici con i bonus- che ripercorrono tecnicamente lo sviluppo del genere, addolcendolo e/o indurendolo dove alla band risulta necessario.
I coretti di “hey” e di “uuuh”, la ribbellione e le parolacce sfondano i testi (scritti tutti in inglese), mentre i riff di chitarra e le pestate di batteria creano un clima di azione che non s’ammoscia mai.

Purtroppo questo disco pecca non tanto, non tantissimo, di più, in quanto a idee proprie della band e ad autenticità.
La band sa suonare e fin qui non ci sono obiezioni da muovere, tuttavia i contenuti sono triti e ritriti, come se qualcuno avesse fatto un grande copia/incolla da milioni di altri gruppi.

Pro

Contro

Scroll To Top