Home > Recensioni > The Cult: Choice Of Weapon
  • The Cult: Choice Of Weapon

    The Cult

    Loudvision:
    Lettori:

Correlati

Quando la musica è l’arma migliore

È sempre un grande momento nel mondo del rock quando fa capolino nei negozi un nuovo CD con la scritta The Cult in copertina. Questo è poco ma sicuro.
La curiosità sui loro nuovi approcci alla vecchia carcassa del british hard rock pervadono milioni di fans sparsi nel globo.

Raramente il duo Astbury/Duffy ha deluso le aspettative, mostrando sì spesso nuove facce del sound, ma sempre con grande classe e qualità. Ed è sicuramente il caso di questo nuovo “Choice Of Weapon” che presenta brani di grande efficacia ed un gruppo in stato di grazia compositivo.

Ian ammalia con il suo particolare timbro vocale e Billy sciorina le sue inconfondibili linee melodiche di chitarra e solo di gran gusto. Long live The Cult.

Spumeggiante ritorno in sella dopo l’alterno “Born Into This” uscito oramai già cinque anni fa.
Ecco i The Cult unire con grande successo quasi ogni sfumatura del loro complesso range di suoni passati e renderli al meglio nel loro tutt’altro che stantio presente.

Pro

Contro

Scroll To Top