Home > Recensioni > The Gaia Corporation: Equilibrium

Correlati

Easy melodico cantabile

Probabilmente ai più la band romana è forse sconosciuta; sicuramente è molto meno nota dei gruppi da cui provengono i vari elementi (Vanilla Sky, Face The Fact, 9mm e Remove) che compongono questa all-star band capitolina. Nascono come sideproject ma da parte nostra speriamo diventino una realtà consolidata del panorama hardcore nostrano, visto il valore delle (poche) tracce qui presenti che, in molti casi, superano qualitativamente ognuna delle band di provenienza. Dopo un’intro soft-electro, si parte alla grande con “The Deadline” abile nell’alternare atmosfere di calma a momenti tiratissimi, movimentando una proposta che mantiene intatte tutte le proprie peculiarità hardcore, senza cadere nel tranello dell’easy listening a tutti i costi. “Pitchblack” è il singolone della band, e non si può non riconoscere ai Gaia Corporation di avere una grande abilità per le melodie mai banali. Una di quelle canzoni che non ti lasciano più, e che ti ritrovi a canticchiare a qualunque ora della giornata. Subito dopo ecco la vera sorpresa, una “Wonderwall” di marca Oasis che viene stravolta e imbastardita ottimamente, per lasciare poi il posto alla conclusiva, “One Of A Kind”, forse la più debole dell’intero lotto. In definitiva, un ottimo album, acquisto consigliatissimo per tutti gli amanti della scena post-emo-screamo, soprattutto nella speranza che ci sia un seguito (speriamo più corposo) a questo “Equilibrium”. Per il momento promossi a pieni voti.

Scroll To Top