Home > Report Live > The Landlord in concerto al Biko Club di Milano: report live e scaletta

The Landlord in concerto al Biko Club di Milano: report live e scaletta

Il 21 aprile al Circolo ARCI BIKO di Milano si sono esibiti i Landlord presentando un mix dei cover (alcuni già eseguiti sul palco di X-Factor) e alcune loro canzoni originali provenienti dall’EP “Aside” rilasciato di recente.

I Landlord, preceduti dai Senatore, una giovane band indie-pop italiana, riempiono presto lo spazio con i loro suoni particolari e ricercati. Piena anche la saletta del locale milanese, piccola e intima ma anche grazie a questo adattissima al sound del gruppo di Rimini. Il pubblico di tutte le età ha la possibilità di sentire ed osservare il gruppo da molto vicino, al BIKO non è prevista la barriera tra chi suona ed il pubblico.

Niente effetti speciali, la band si esibisce sul palco modesto ed elegante, illuminato solo da alcune lampadine.

I brani originali dei Landlord non divergono nella qualità dai cover come No Rest For The Wicked di Lykke Li oppure Metal & Dust dei London Grammar. Ispirazioni musicali nordeuropee sono ben visibili e tutta l’esibizione è molto coerente, ma non priva delle piccole sorprese:Get By”, il loro primo singolo, fa addiritura ballare ed è piacevole vedere come si diverte durante l’esibizione anche la cantante. La voce di Francesca, delicata e accattivante, rimane in perfetta sintonia con i backing vocals di Luca. Questo dialogo di due voci avvicina i Landlord ai gruppi come The XX (soprattutto durante l’esecuzione di “Venice”). Impressionante la varietà degli strumenti suonati dal quartetto: la tastiera, l’armonium, le chitarre, il basso, la batteria accompagnati dai modificatori elettronici. I quattro riescono a creare un’atmosfera sognante senza annoiare. Si confermano dei professionisti, rispettosi per il pubblico.
Al termine del concerto, la band scende dal palco verso il pubblico, chiacchierando un po’ coi presenti.

Francesca, Luca, Gianluca e Lorenzo, criticati a X-Factor, dal vivo si mostrano molto introversi: la loro forza è la sintonia e la band possiede delle buone prospettive per diventare una star. Sono proprio i piccoli club come il BIKO l’habitat naturale dei Landlord, e non il mondo delle telecamere dove la forma prevale sul contenuto.

Un’esibizione professionale ed emozionante, finalmente un gruppo italiano che potrà competere sulla scena alternativa internazionale.

Scaletta del concerto dei Landford a Milano

Farewell
Is that wort it?
Bubbles
Youth
Hidden
Venice
Get by
Hope & flaws
Habits (Stay high)
Serenity
Everything troubled
Ghost
No Rest for the wicked
(Still) changing
Metal & Dust
NYE

 

 

Scroll To Top