Home > Recensioni > The Mark Blessed: The Sexual Education Hour EP
  • The Mark Blessed: The Sexual Education Hour EP

    The Mark Blessed

    Loudvision:
    Lettori:

Sesso: la verità, finalmente

Tre fondamentali moduli sull’educazione sessuale in 12 comodi, graffianti, istruttivi minuti. È questo il biglietto da visita con cui si presentano The Mark Blessed, quartetto da Bologna determinato a non passare indifferente. Per la scelta sonora improntata a un certo industrial radiofonico, ma soprattutto per l’estrema cura di tutto il gustoso pacchetto, dalla grafica sleazy ai testi imperdibili, dagli ironici nomi di battaglia a un’attitude che non fa prigionieri, viene spontaneo pensare a una versione non ancora patetica del reverendo Manson. Ma che i nostri siano tutt’altro che sprovveduti scolaretti è evidente da una produzione non luccicante ma dettagliata, e tutti e tre i pezzi sono già degni di heavy rotation in radio dotate dei giusti cojones. Dovendo scegliere, leggerissima preferenza per “True Love”, letterale assalto alle spalle degno del miglior Rob Zombie.
Qualcuno li presenti a Trent Reznor, o li fornisca di quel tipo di budget con cui si parte alla conquista del mondo.

Scroll To Top