Home > Recensioni > The Offspring: Days Go By

Il declino?

E chi avrebbe mai pensato che il 2012 sarebbe stato l’anno scelto dagli Offspring per pubblicare un altro disco? Nessuno, se si pensa alla band decennale e che fece successo negli ormai lontani anni ’90. Dopo il flop dell’album “Rise And Fall” passato quasi in sordina nel 2004 ora ritornano e ci riprovano con “Days Go By”.

Composto da dodici song che sprizzano energia punk, brevi ma intense, la band sembra non essere cambiata per nulla nel corso degli anni ma sembra trarre continuamente linfa vitale dai soliti accordi e urli tipici del genere.

Il brano “The Future Is Now”, che apre l’album, fa credere in una sterzata più classicheggiante ma ciò dura solo pochi secondi…e tutto torna come prima.

Poi arriva la title-track e si capisce fin da subito che le buone vecchie abitudini sono difficili da lasciare andare.
Il trascorrere dei brani calma un po’ gli animi con la monotonia classica delle band punk ma ” Days Go By” rimane un album energico e passionale.
Che gli Offspring abbiano finito il loro viaggio musicale? O saranno capaci di far appassionare i giovani del nuovo millennio?

Pro

Contro

Scroll To Top