Home > Recensioni > The Other: New Blood
  • The Other: New Blood

    The Other

    Loudvision:
    Lettori:

Copia e incolla

Si travestono come i Misfits, suonano come i Misfits e parlano delle stesse cose dei Misfits, chi sono? “I Misfits su Rieducational Channel!” direbbe Vulvia, alias Corrado Guzzanti, dell’Ottavo Nano. E Invece no, i protagonisti della nostra recensione sono i teutonici The Other, band nata, guarda caso, dalle ceneri di una cover band Misfits e ora dedita a un horrorpunk pressochè ricalcato su quello della band di Jerry Only.

“New Blood” è il quarto album in studio della band. Prodotto da Waldemar Sorychta, il disco combina un sound decisamente metal oriented a stilemi tipicamente punk-hardcore, ricordando da vicinissimo lo stile delle ultime produzioni in casa Misfits.

Ma lo avevate capito che suonano identici ai Misfits? Tra l’altro la maggior parte dei brani di “New Blood” è anche piacevole, in fin dei conti il gruppo sa come scrivere brani solo che, come dicono le maestre, “è intelligente ma non si applica”. Potevano rimanere tranquillamente nella loro Colonia ad eseguire le varie “Last Caress” e “Die, Die My Darling”, a parte la qualità dei brani pochi avrebbero sentito sostanziali differenze.

Pro

Contro

Scroll To Top