Home > Recensioni > The Poodles: No Quarter
  • The Poodles: No Quarter

    The Poodles

    Loudvision:
    Lettori:

No what?

Cinque anni di carriera e tre album ed ecco sfornato il primo live per gli svedesi The Poodles. Hard rocker che strizzano l’occhio al metal, immortalati nel 2009 durante una data del tour “Clash of The Elements”.

In modo piuttosto inusuale il live si apre con la ballata “Too Much Of Everything”, ma si passa presto ai suoni più consistenti e all’appello non manca nessuna hit del gruppo.
Con l’ascolto il disco continuerà a sorprendere e non sempre positivamente: prima con l’inedita e piuttosto semplice “Lullaby For Jimmy”, poi per la particolare resa dell’interazione col pubblico: si sente parlare solo in svedese e spesso la risposta dei fan è tiepida.
Come il disco, in fin dei conti.

Possono una buona performance – soprattutto per voce e chitarre – ed una valida selezione delle tracce decretare la riuscita di un disco live?

Può la mancanza di coinvolgimento influire negativamente tanto da rovinare un CD di un concerto dal vivo?

La risposta giusta è la due. Con una risposta di pubblico così modesta ed incitamenti in svedese, anche la buona prestazione e la grinta della band vengono irrimediabilmente smorzate.

Pro

Contro

Scroll To Top