Home > Recensioni > The Stooges: Raw Power
  • The Stooges: Raw Power

    The Stooges

    Loudvision:
    Lettori:

Cerca e distruggi

Ecco una buona occasione per rinnovare la vostra discografia ed affiancare al consunto vinile questa bella ristampa dei “Raw Power”, il seminale capolavoro proto-punk datato 1973 che è tanto Iggy-solo quanto Stooges capitolo secondo.
Questa Legacy Edition offre l’album nella sua versione originale, mixata da David Bowie, e il non secondario valore aggiunto offerto dal secondo dischetto, che include una bella registrazione sound-board dello show datato ottobre’73 in quel di Atlanta, non esattamente inedita (si tratta di uno show ampiamente bootleggato) ma assolutamente imperdibile in quanto finalmente graziata dai crismi dell’ufficialità.
Presenti anche due rare bonus track ed un booklet ricco di note firmate da Jeffrey Morgan, il biografo ufficiale degli Stooges.

Con quel titolo così auto-esplicativo, “Raw Power” è un disco che non necessita di recensione. Vale comunque la pena sottolineare che l’energia e le vibrazioni trasmesse da ognuno dei 33 minuti di cui si compone non mostrano alcun segno di cedimento nonostante i 37 anni che si porta sul groppone. È un disco invecchiato molto bene, sicuramente meglio del suo creatore, su cui il tempo ha lasciato segni indelebili. Per gli amanti delle curiosità, ricordiamo che in origine il disco fu mixato e prodotto dallo stesso Iggy, ma la Columbia non gradì e ne chiese l’immediato remix. Al rifiuto di Pop, la casa discografica affidò il lavoro sporco a David Bowie, che in unica giornata partorì quanto potete ascoltare in questo CD.

Pro

Contro

Scroll To Top