Home > Recensioni > The Strange Boys: Be Brave
  • The Strange Boys: Be Brave

    The Strange Boys

    Data di uscita: 05-03-2010

    Loudvision:
    Lettori:

Coraggiosamente vintage

Immaginatevi un cantante a metà strada tra Steven Tyler e Bob Dylan, piazzatelo su un tappeto sonoro talvolta quasi country, acido, garage, che riporta agli anni ’60 del delirio hippie.

Questi sono i texani The Strange Boys. Indie fino al midollo con quel tocco così retro da essere veramente fuori dal tempo. Irritanti ed affascinanti nel contempo con il loro cantato così sgraziato ed una sonorità stridula ed elementare.

Un buon tuffo in un passato immortale che sicuramente questi ragazzi hanno studiato a menadito saltando gli ultimi quarant’anni di musica a piè pari.

Non è un capolavoro, non è memorabile, non fa gridare al miracolo. Ma la convinzione assoluta con cui vengono riletti gli anni ’60 in questo CD è stupefacente.
Sembra in tutto e per tutto una ristampa di qualche polverosa registrazione d’epoca. Prendere o lasciare.
Acido.

Pro

Contro

Scroll To Top